18 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/05/2017, 08.57

    COREA DEL NORD

    Pyongyang applaude al successo: il nuovo missile può essere armato con testata nucleare



    Kim Jong-un ha provato che i suoi razzi possono lasciare e rientrare nell’atmosfera. I dittatore continua a svolgere i suoi test approfittando della distrazione di Trump per lo scandalo Fbi e di Xi Jinping preso da una serie di vertici commerciali a livello mondiale

    Pyongyang (AsiaNews/Agenzie) - La Corea del Nord sostiene che il missile testato ieri 14 maggio è un nuovo tipo di razzo balistico che può essere armato con testata nucleare di grandi dimensioni. Il missile, lanciato ad angolo ripido, ha raggiunto un'altitudine di 2mila chilometri di altezza e ha percorso oltre 700 chilometri prima di finire in mare ad Ovest del Giappone. Secondo l’agenzia sudcoreana Yonhap, occorre prendere atto che i missili del Nord sembrano essere in grado di lasciare e poi rientrare nell'atmosfera: un passaggio cruciale per lo sviluppo di missili balistici intercontinentali (Icbm).

    L'episodio che va ad inserirsi nella serie ripetuta di test in violazione delle regole delle Nazioni Unite ed ha suscitato l'allarme internazionale e sollevato tensioni con gli Stati Uniti. Usa e Giappone hanno chiesto una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per domani.

    Le Icbm hanno un raggio di circa 6mila chilometri, mentre gli analisti ritengono che il missile testato ieri avrebbe viaggiato circa 4mila chilometri di distanza se fosse stato sparato a una traiettoria standard piuttosto che verso l'alto.

    Il test è stato supervisionato dal leader supremo del Nord, Kim Jong-un. Ai tecnici avrebbe detto di non sentirsi “compiaciuti”, ma di svolgere ulteriori progressi finché gli Stati Uniti non faranno la “scelta giusta”

    La Casa Bianca in una dichiarazione ha detto che questa "ultima provocazione" dovrebbe "servire come un appello per tutte le nazioni a realizzare sanzioni molto più forti".

    Il presidente neo eletto della Corea del Sud, Moon Jae-in, che sta cercando il dialogo con il Nord, ha dichiarato che è stata una "provocazione sconsiderata" mentre la Cina, l'unica vera alleata della Corea del Nord, sta sollecitando la calma. Il governo giapponese ha dichiarato che il missile è stato fuori controllo per circa mezz'ora prima di cadere in mare. Per il Giappone comunque il test avrebbe confermato l'affidabilità del nuovo Il motore dei missili e ha verificato la caratteristica del rientro atmosferico e delle prestazioni esatte del suo sistema di detonazione. Lo stesso rapporto giapponese sostiene che la Corea del Nord è un "potere nucleare degno del nome”.

    John Schilling, ingegnere, nella sua analisi pubblicata sul sito Web 38 dell'Istituto Usa-Corea della Johns Hopkins University, ha detto che il test mostra un "livello di prestazioni mai visto prima da un missile nordcoreano".

    Sun Xingjie, specialista cinese di affari coreani dell'Università di Jilin, ha affermato che quella di Kim “è una tempistica perfetta”. La priorità principale del presidente cinese Xi Jinping in questi giorni è quella di rilanciare a livello mondiale le sue strategie commerciali in una serie di vertici internazionali che si tengono a Pechino, mentre il presidente americano Donald Trump è occupato nello scandalo Fbi. Insomma, “nessuno ha tenuto d'occhio Kim ", ha detto Sun. "Se gli altri Paesi non riescono ad agire in concerto, la Corea del Nord probabilmente continuerà a utilizzare questa tattica, facendo finta di parlare mentre esegue i suoi test", ha concluso.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/09/2006 Corea del Nord – Cina
    Pechino "convoca" il leader coreano Kim Jong-il

    Il governo cinese vuole fermare i test missilistici e nucleari che Pyongyang starebbe portando avanti nonostante la risoluzione Onu che glielo vieta. In risposta, la Corea del Nord blocca i visti ai turisti cinesi.



    09/09/2016 08:40:00 COREA DEL NORD
    Pyongyang, compiuto con successo il quinto test nucleare

    Si tratta dell’ordigno più potente mai fatto detonare dalla Corea del Nord. Un terremoto di magnitudo 5,3 è stato avvertito al confine con la Cina. Duro il monito della comunità internazionale. Gli Stati Uniti promettono “gravi conseguenze”; Giappone, Cina e Corea del Sud condannano “l’azione autodistruttiva” del leader Kim Jong-un.

     



    04/09/2009 COREA DEL NORD
    Corea del Nord: abbiamo l’uranio arricchito, possiamo creare la bomba o trattare
    Pyongyang afferma di essere prossima a creare la bomba atomica ma si dice disponibile a trattare e non contraria alla denuclearizzazione della penisola coreana. Esperti: il regime nordcoreano vuole riprendere i colloqui salvando la faccia. Sarà decisivo il ruolo di Pechino.

    11/10/2006 COREA DEL NORD – COREA DEL SUD
    Pyongyang minaccia l'Onu: sanzioni dure significano guerra

    Tokyo e Washington approvano misure unilaterali nei confronti di Pyongyang e premono per inserire l'uso della forza armata nelle sanzioni Onu. Pechino chiede calma, ma si dice d'accordo per una risposta dura. Seoul tentenna.



    13/07/2009 CINA – COREA
    Pechino promuove la ripresa dei colloqui a sei sul nucleare nord-coreano
    Il vice-ministro degli esteri a Seoul per discutere della “denuclearizzazione” dell’arsenale militare di Pyonguang. La Cina mette in campo la diplomazia per scongiurare il pericolo di un conflitto. Media sud-coreani parlano di cancro al pancreas per Kim Jong-il, al quale restano “al massimo cinque anni di vita”.



    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®