22 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 10/01/2017, 12.02

    CINA

    Quattro pastori della Mongolia interna arrestati per una petizione online



    I mongoli etnici rappresentano il 20% della popolazione della Mongolia interna (circa 23 milioni) e si lamentano sempre di più per il diffuso deterioramento ambientale e le ingiuste politiche di sviluppo della regione.

    Pechino (AsiaNews) – La polizia della regione cinese della Mongolia interna ha arrestato quattro pastori per aver partecipato a una petizione – sostenuta da altri 500 pastori locali – su alcuni sussidi promessi, ma mai ottenuti per smettere di far pascolare il bestiame su terre “protette”. Fra le persone arrestate ci sarebbe anche una donna in fase di allattamento.

    Dopo il fermo, molti pastori si sono recati dalla polizia locale per richiedere il rilascio delle quattro persone, ma le autorità li hanno cacciati e dispersi utilizzando lo spray al peperoncino.

    Secondo gli attivisti, i pastori hanno pieno diritto a ricevere sussidi che coprano le perdite causate dal divieto di pascolare il proprio bestiame su terreni impoveriti dalla desertificazione, dall’inquinamento causato dalle attività minerarie cinesi e da altre forme di estrazione.

    I mongoli etnici rappresentano il 20% della popolazione della Mongolia interna (circa 23 milioni) e protestano sempre di più per il diffuso deterioramento ambientale e le ingiuste politiche di sviluppo della regione. Gli scontri fra le compagnie minerarie e del legname e le comunità mongole dedite alla pastorizia, sono sempre più comuni.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/07/2011 CINA
    Mongolia Interna: nuove proteste e scontri con la polizia, decine di feriti
    I nuovi scontri scoppiano dopo che il governo locale assegna terre a un imprenditore han, che uccide il bestiame per cacciare i pastori mongoli. Decine di feriti. Ma Pechino cerca una soluzione per evitare le proteste nella regione, grande fornitrice di carbone.

    18/02/2010 MONGOLIA
    Il gelido inverno della Mongolia falcidia milioni di capre cachemire
    Neve e gelo hanno distrutto le piante, non c’è erba nemmeno sotto la neve, e il bestiame muore per la fame e il freddo. I pastori nomadi sono un terzo della forza lavoro del Paese. Ora molti rischiano di perdere tutto e di dovere andare in città a cercare lavoro.

    03/07/2008 MONGOLIA
    Calma tesa a Ulaan Baatar, mentre si attendono i risultati elettorali ufficiali
    La polizia torna nelle caserme, mentre le vie sembrano tranquille. Attesa per i risultati elettorali. Vescovo di Ulaan Baatar: i cattolici rimangano al sicuro in casa.

    18/12/2013 MONGOLIA - GIAPPONE
    La Mongolia 'rischia di diventare la pattumiera nucleare del mondo'
    Ryoko Imaoka, professoressa associata di Studi mongoli all'università di Osaka, ha deciso di vivere con i nomadi della Mongolia e di chiedere il loro aiuto per preparare un documento che provi quanto sia estesa la contaminazione radioattiva nella nazione asiatica. Dove oggi nascono agnelli con due teste e cammelli ciechi.

    31/07/2006 cina
    Sichuan, due anni di lager per quattro leader protestanti

    La polizia di Langzhong ha condannato al laogai ("rieducazione tramite il lavoro") i quattro, "colpevoli" di aver chiesto alle autorità la liberazione di 14 loro fedeli arrestati in un raid contro una chiesa domestica.





    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®