18 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 20/10/2017, 15.29

    LIBANO

    Rai: i profughi siriani e i rifugiati palestinesi “un grave onere” per il Libano



    Il Patriarca maronita evidenzia come essi siano ormai pari alla metà della popolazione libanese. “sono diventati una minaccia demografica, economica, politica, culturale e di sicurezza, e il loro ritorno in luoghi sicuri in Siria è diventato una necessità”.

     

    Beirut (AsiaNews) – Il Libano deve conservare la sua “solidarietà umanitaria e sociale” con i rifugiati e la loro causa, ma i profughi siriani e palestinesi sono divenuti un “grande onere” per il Paese e devono tornare in patria. L’ha sostenuto oggi il patriarca maronita Beshara Rahi, che sta compiendo una visita pastorale a Detroit negli Stati Uniti.

    “Come libanesi – ha affermato - è nostro dovere conservare il nostro Paese e le sue specificità a beneficio di tutti noi e perché il Libano possa svolgere la sua missione nel suo mondo arabo”. “E’ per questo – ha aggiunto - che tutti gli sfollati e i rifugiati devono tornare indietro alla loro terra e paese ".

    “Coloro che si sono rifugiati in Libano dalla Siria – ha detto ancora - ammontano a più di 1,5 milioni, aggiungendovi i palestinesi sono diventati quasi la metà della popolazione libanese. Sono diventati un grande onere per il Libano. Ancora più – ha concluso il patriarca - sono diventati una minaccia demografica, economica, politica, culturale e di sicurezza, e il loro ritorno in luoghi sicuri in Siria è diventato una necessità”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/05/2007 LIBANO
    Terzo giorno di scontri nel nord: oltre 70 morti
    Cade nel vuoto l’offerta del cessate-il-fuoco tra esercito libanese e miliziani di Fatah Islam; riprende l’offensiva al campo profughi palestinesi di Nahr al-Bared. Stamattina già tre vittime militari, di cui un soldato di 24 anni. A Beirut un’autobomba nel quartiere sunnita ferisce 7 persone. Secondo il procuratore generale, “forte legame” tra le violenze al nord e gli attentati nella capitale.

    31/10/2017 12:07:00 LIBANO
    Card. Rai: per il Libano due milioni di profughi siriani sono “un grande pericolo”

    Siriani e palestinesi hanno portato la popolazione libanese da 4 a 6 milioni. Sono stati accolti perché erano in pericolo, ma debbono poter tornare in patria. “L’esperienza ci ha insegnato a vivere con i musulmani e ottenere la loro simpatia. Con queste guerre noi siamo i grandi perdenti”. “Se noi perdiamo la moderazione musulmana rischiamo di nutrire il fondamentalismo e il terrorismo”.



    28/05/2007 LIBANO
    Sfeir: riconciliazione nazionale, sostegno all’esercito, disarmo delle milizie
    Il patriarca maronita parla dei militari uccisi negli scontri con Fatah al Islam come di “martiri”. Minacce di Al Qaeda al cardinale: un mare di sangue se il comandante cristiano dell’esercito non ferma l’attacco al campo di Nahr el Bared.

    16/12/2013 SIRIA - LIBANO
    Caritas Libano: "Migliaia di profughi siriani rischiano di morire per il gelo e la neve"
    Per mons. Simon Faddoul, presidente di Caritas Libano, la situazione dei rifugiati nella valle della Bekaa (est del Paese) è "terribile". Al freddo e alla fame si aggiunge il rischio di incendi causate da stufe improvvisate per sopportare il gelo. Ieri un bambino di un anno è morto in un rogo in un campo profughi nel sud del Libano. L'appello di Caritas per ricordare nel periodo natalizio gli oltre 1,3 milioni di rifugiati in fuga dalla guerra in Siria.

    17/01/2013 SIRIA - LIBANO
    Caritas Libano: Aiutateci a salvare i profughi in fuga dalla Siria
    Per p. Simon Faddoul la situazione dei profughi - oltre 400mila - è drammatica e dolorosa. La neve e le alluvioni hanno distrutto tende e baracche. Migliaia di persone non hanno nemmeno le scarpe per camminare nel fango. Caritas e altre organizzazioni non hanno più risorse per sostenere questa emergenza. L'appello del presidente Caritas: "Il vostro aiuto è necessario. Un piccolo contributo può alleviare le sofferenze di molti profughi".



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®