21 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/12/2016, 08.59

    INDIA

    Rajasthan, eseguivano canti di Natale: 20 cattolici malmenati per “conversioni forzate”

    Nirmala Carvalho

    I fedeli appartengono alla parrocchia di Tikariya, che organizza ogni anno i canti nelle abitazioni private. Tra di loro c’erano donne, bambini e suore. È stato aggredito anche il parroco, ricoverato in ospedale.

    Banswara (AsiaNews) – Avevano appena eseguito canzoni di Natale in un’abitazione privata di cattolici, quando sono stati picchiati in modo selvaggio con l’accusa di conversioni forzate al cristianesimo. È accaduto ieri ad un gruppo di 20 cattolici nel villaggio di Tikariya, vicino la città di Banswara, nello Stato di Rajasthan. Gli aggrediti appartengono alla chiesa dei santi Pietro e Paolo, nella diocesi di Udaipur. Tra di essi vi è anche il parroco, p. Stephen Rawat, che afferma ad AsiaNews: “Non ho nemici, sono stato picchiato solo a causa della mia fede cristiana”.

    P. Rawat riferisce che vicino il luogo dell’aggressione vi è un ostello dell’Rss (Rashtriya Swayamsevak Sangh), “dove l’ideologia [dell’Hindutva] viene impartita ai giovani. Non è da escludere che ci siano proprio essi dietro questo attacco contro i cristiani”.

    Come ogni anno la parrocchia di Tikariya organizza l’esecuzione dei canti di Natale nelle case dei cattolici. Quest’anno il gruppo era formato da 20 fedeli, comprese tre suore, donne e bambini. La visita nelle case è iniziata l’11 dicembre scorso, ma ieri la tradizione è stata interrotta dal brutale pestaggio.

    Circa 30 aggressori, armati di bastoni e manganelli, hanno atteso il gruppo e lo hanno colpito dopo un’esecuzione, mentre i cattolici si avviavano verso le macchine parcheggiate. Le tre suore sono state risparmiate dagli aggressori perché si trovavano ancora in casa, e i bambini sono riusciti a fuggire alla rinfusa.

    Otto cattolici sono stati picchiati in modo severo dagli aggressori al grido di “Bharat Mata ki Jai” (Vittoria alla madre India). I feriti, alcuni con evidenti lesioni, sono stati trasportati al Mahatma Gandhi Hospital (l’ospedale governativo). Tre di loro sono stati dimessi dopo le medicazioni, mentre p. Rawat, tre donne e un uomo rimangono ricoverati per accertamenti e cure mediche.

    (Foto di Grace Markus, direttrice del Centro pastorale di Banswara)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    06/04/2006 India
    Attivista cattolico: "E' ormai operativo in tutta l'India un piano anti-cristiano"

    Dopo il suo viaggio nel Rajasthan, a pochi giorni dall'approvazione della Legge anti-conversione, John Dayal, presidente dell'All India Catholic Union, scrive al primo ministro Singh: "Non sono più attacchi sporadici. Qui è in atto un piano per eliminare le minoranze dal Paese".



    27/12/2008 INDIA
    Nell’Orissa un pacifico Natale “blindato”
    Sotto ingenti misure di sicurezza, si sono svolte senza incidenti le celebrazioni di Natale, dopo mesi di violenze anticristiane. Nel 2007 ci fu un vero Natale di martirio. Ma migliaia di cristiani hanno festeggiato Cristo nei campi profughi.

    22/06/2015 INDIA
    Chhattisgarh, aggredita e molestata una suora cattolica
    La missionaria salesiana di Maria immacolata è stata trovata legata e in stato di incoscienza nella sua stanza. La polizia dubita che il movente dell’aggressione sia quello della rapina. Vescovo ausiliare di Ranchi: “Crimine contro la dignità delle donne dell’India”.

    13/01/2007 INDIA
    Donne aggrediscono e denunciano l’uomo che le molestava
    Sono alcune operaie di una fabbrica di Nagpur: hanno picchiato uno dei loro responsabili e portato alla polizia seminudo. L’uomo le sfruttava e ricattava sessualmente. Nelle donne indiane cresce la consapevolezza dei propri diritti, ma anche la sfiducia nel sistema giudiziario.

    18/07/2007 INDIA
    Sacerdote cattolico percosso a sangue in casa
    Nel Bihar una decina di persone ha assalito in casa padre Michael, causandogli ferite e danni a un rene. E’ un sacerdote attivo e benvoluto. Cardinal Toppo: non abbiamo paura delle persecuzioni, ma le autorità debbono proteggerci dalle frequenti aggressioni di gruppi organizzati.



    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®