21 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 03/10/2016, 08.35

    FRANCIA-ISLAM

    Riapre la chiesa di p. Jacques Hamel. In via eccezionale, si apre il suo processo di beatificazione



    Era stata chiusa dal giorno dell’assassinio del sacerdote ad opera di due giovani jihadisti. Una cerimonia riparatrice guidata dall’arcivescovo di Rouen, seguita dalla messa.  Papa Francesco ha acconsentito alla richiesta dei fedeli di accelerare il processo di beatificazione. Alla cerimonia erano presenti anche membri della comunità musulmana locale.

    Rouen (AsiaNews/Agenzie) -  Per la prima volta dal 26 luglio, ieri pomeriggio i sono riaperte le porte della chiesa di St Etienne du Rouvray, vicino a Rouen, dove il p. Jacques Hamel, è stato assassinato da due giovani jihadisti. Al termine della messa, mons. Dominic Lebrun, arcivescovo di Rouen, ha annunciato che papa Francesco ha dato il suo accordo per iniziare un’inchiesta ufficiale in vista della beatificazione del sacerdote. Di solito i processi di beatificazione non possono iniziare prima di cinque anni dalla morte del candidato. Ai giornalisti, mons. Lebrun ha spiegato: “È eccezionale. È un gesto di consolazione e di impegno di fronte ai parrocchiani che avevano espresso la domanda al papa durante un’udienza il 14 agosto scorso a Roma”.

    Prima della messa seguita da un migliaio di persone all’interno e all’esterno dell’edificio, l’arcivescovo ha compiuto un rito di purificazione per “lavare ciò che è stato macchiato” dalla violenza. Il prelato ha asperso i muri, il pavimento della chiesa, il luogo dove è stato assassinato p. Hamel, l’altare – che i due giovani uccisori hanno colpito col coltello diverse volte -, il cero pasquale, un rosario dalla statua della Vergine. Mons. Lebrun ha anche spiegato che la cerimonia di riparazione è importante per domandare il perdono “per tutti i peccati del mondo, per i propri peccati e per tutti gli altri… I cristiani non possono domandare perdono per gli altri se non domandano perdono per se stessi”.

    Suor Danielle, 72 anni, una delle tre religiose sfuggite alla violenza degli assassini, come pure Guy Coponet, 86 anni, gravemente ferito alla gola, hanno letto dei testi di penitenza e perdono dai luoghi dove erano stati aggrediti.

    Alla cerimonia hanno assistito anche alcune autorità e fedeli musulmani della vicina moschea. La tomba di p. Hamel, sulle colline di Rouen è diventata già un luogo di pellegrinaggio per cristiani e musulmani. Molti fedeli islamici si sono stretti ai cristiani nel dolore e nella condanna della violenza in nome di Dio.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/04/2017 08:40:00 FRANCIA-ISLAM
    Ancora terrore a Parigi: lo Stato islamico rivendica l’attentato agli Champs Elisées

    L’autore era conosciuto dalle forze di sicurezza come pericoloso. L’attentato a pochi giorni dalle elezioni presidenziali. La lunga serie di violenze a Parigi, Nizza, Rouen, Marsiglia. Fra le cause delle violenze si parla della povertà e dell'abbandono nelle periferie, ma anche dell'insegnamento fondamentalista di molti imam nelle moschee francesi.



    28/07/2016 11:59:00 FRANCIA-ISLAM
    Identificato il secondo terrorista che ha ucciso p. Jacques Hamel: un giovane di 19 anni

    Il giovane aveva tentato di andare i Siria a combattere con lo Stato islamico. In un video, Abdel Malik Nabil Petitjean e Adel Kermiche, i due terroristi, giurano fedeltà al “califfo” Abu Bakr al Baghdadi. Rappresentanti religiosi in Francia: No alla guerra di religione. Intellettuali musulmani: Per sconfiggere l’Isis, garantire libertà religiosa alle comunità non musulmane nei Paesi islamici. Altri chiedono la revisione delle alleanze con Arabia saudita, Emirati, Qatar, Kuwait, Turchia, sostenitori del jihadismo wahabita e indiretti sostenitori dello Stato islamico.



    27/07/2016 17:15:00 EGITTO-ISLAM-FRANCIA
    Il Grande Imam di Al Azhar condanna l’uccisione di p. Jacques Hamel in Francia

    Ahmad Al Tayyeb offre condoglianze al presidente francese, all’arcivescovo di Rouen, ai familiari delle vittime e a tutta la Francia. Gli assalitori “privi di qualunque senso di umanità”. L’islam “ordina di rispettare i luoghi sacri e di culto e la sacralità dei non-musulmani”. Fronteggiare il terrorismo anche combattendo “il pensiero estremista” nella religione islamica.



    26/07/2017 15:58:00 FRANCIA-ISLAM
    Cristiani e musulmani insieme in memoria del martirio di p. Jacques Hamel

    Una messa nella chiesa dove è avvenuto l’assassinio del sacerdote è stata presieduta dall’arcivescovo di Rouen. Emmanuel Macron ringrazia la Chiesa di Francia che ha testimoniato “la forza del perdono”. Saint-Etienne-du Rouvray è divenuta un luogo di pellegrinaggio per cristiani e musulmani.



    01/08/2016 12:27:00 FRANCIA-ISLAM
    Musulmani in preghiera coi cattolici. Ma l’islamismo rimane e preoccupa

    Centinaia di musulmani hanno assistito alle messe cattoliche ieri, in segno di solidarietà e lutto per l’uccisione di p. Jacques Hamel vicino a Rouen. Nella comunità del sacerdote ucciso vi era già da tempo un attivissimo dialogo interreligioso. Uno dei giovani terroristi che lo hanno ucciso partecipava alla preghiera in moschea. Manuel Valls propone istruzione per gli imam e il blocco dei finanziamenti dall’estero per le  moschee.





    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®