19 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 06/05/2017, 09.57

    GIAPPONE

    Rivelate tecniche e segreti dei Ninja del Giappone feudale



    Antichi documenti illustrano le tecniche di spionaggio, sabotaggio e assassinio. I circa 150 documenti ritrovati nella casa del discendente di un ninja. Tra i volumi copie di 10 giuramenti scritti tra il 1700 e il 1829 I mercenari a poco a poco diminuiti durante il periodo Edo, dal 1603 al 1868.

    Tokyo (AsiaNews) – Al termine di uno studio durato circa 17 anni, alcuni esperti in storia giapponese hanno certificato l’autenticità di una serie di libri e quaderni che descrivono le tecniche segrete utilizzate dai ninja [mercenari nel Giappone feudale ndr] e i giuramenti scritti per le loro missioni segrete. Gli antichi documenti sono stati tramandati per generazioni e rinvenuti nella casa del discendente di un guerriero.

    Gli studiosi affermano che i documenti scoperti nel 2000 a Koka, prefettura di Shiga, sono preziosi poiché illustrano le tecniche ninjutsu impiegate dai ninja coinvolti in missioni di spionaggio, sabotaggio e assassinio. Nel Giappone centrale, Koka e Iga (prefettura di Mie) sono conosciute come la casa dei due più famosi clan ninja. I mercenari sono a poco a poco diminuiti durante il periodo Edo, dal 1603 al 1868.

    Tra i circa 150 oggetti trovati nella casa di Toshinobu Watanabe, 79 anni, 17 erano libri di testo su argomenti come preparare del veleno o condurre attacchi notturni. Secondo una ricerca condotta dal governo della città di Koka lo scorso anno, di questi 17, quattro sono stati scritti tra gli anni 1670 e 1680.

    Uno dei libri di testo istruiva i ninja ad ottenere veleno da lucertole brucianti o coleotteri tigre, che si credeva essere velenosi. Un altro volume sui sonniferi, sosteneva fosse possibile addormentare i nemici con il fumo che viene emesso dalla bruciatura di polvere fatta da gusci di insetti o da tabacco.

    Il set di 150 documenti comprende anche copie di 10 giuramenti scritti tra il 1700 e il 1829 e presentati ad un signore feudale locale. Le carte mostrano che in caso di emergenza il ninja di Koka prometteva di unirsi ai combattimenti e di non rivelare nessuno il proprio status di ninja. Gli antenati dei Watanabe erano agricoltori, ma lavoravano part time come ninja sotto copertura. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    15/05/2017 11:10:00 GIAPPONE
    Università giapponese: il primo centro studi sui Ninja

    L’interesse per i ninja vive un periodo di rinascita. I famosi mercenari ora utilizzati per promuovere il turismo nel Paese. La struttura sarà situata a Iga, città una volta patria di molti ninja. Yuji Yamada, professore di storia giapponese: “Applicare la saggezza dei ninja alla società moderna”.



    14/12/2017 13:21:00 GIAPPONE
    ‘Nord’ è l'ideogramma dell'anno per il 2017

    Dietro la scelta, i timori per le minacce di Pyongyang, ma anche Hokkaido. Interpellate 150mila persone.



    24/06/2017 10:21:00 GIAPPONE
    Col riscaldamento globale cresce il veleno nei pesce-palla

    Identificata una nuova specie più letale. Si tratta di un ibrido, diffuso con i cambiamenti climatici. Impossibile per gli chef specializzati garantire la sicurezza in tavola del pescato. La crescente temperatura cambia l’ecosistema marino giapponese.



    18/04/2005 cina - giappone
    Pechino rifiuta le scuse a Tokyo per le manifestazioni violente


    12/06/2006 corea del nord - corea del sud - giappone
    Pyongyang usa una vecchia madre per svicolare dalle accuse di sequestri

    Dopo quasi 30 anni la Corea del Nord "ritrova" un giovane che ha rapito per farne una spia e gli consente di incontrare la madre. Nel frattempo ha sposato una giapponese, anch'essa sequestrata, che Kim Jong-il aveva dato in un primo momento per morta.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®