23 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/07/2010, 00.00

    RUSSIA

    Rostov, su pressione degli ortodossi, negato il permesso per una chiesa ai pentecostali

    Nina Achmatova

    La chiesa di Cristo Salvatore doveva sorgere nel villaggio cosacco di Veshenskaia. L’avvocato dei pentecostali: Sono bastate 20 firme degli ortodossi contro una popolazione di 10 mila persone. I protestanti accusati di essere “corruttori morali”.
    Mosca (AsiaNews) – Discriminazioni e limitazioni nel diritto della libertà religiosa continuano a colpire le minoranze in Russia. Non solo i Testimoni di Geova, anche gli evangelici pentecostali vivono un momento di difficoltà, legato alla crescita dell’influsso della Chiesa russo-ortodossa nel Paese. A denunciarlo è lo Slavic Legal Center, in un’intervista all’avvocato Inna Zabrebina, dopo che l’amministrazione di Sholokhov, nella provincia di Rostov, lo scorso 23 giugno ha negato il permesso di costruire un luogo di culto alla chiesa “Cristo Salvatore” degli evangelici pentecostali nel villaggio cosacco di Veshenskaia. Le autorità hanno deciso in base all’appello di un gruppo di ortodossi guidati dall’arciprete Vladimir Poliakov, che chiedeva di vietare la costruzione perché “non c’è bisogno di altre chiese”. 
     
    Secondo l’avvocato Zabrebina, però, le autorità locali hanno agito in modo illegale: “Indubbiamente si deve tenere presente l’opinione degli abitanti della zona, ma il rifiuto doveva essere motivato su basi legislative, non su quella di un semplice ‘disappunto pubblico’ espresso da appena 20 firme di fedeli della religione di maggioranza, su una popolazione totale di 10mila persone. In precedenza non si erano mai verificati casi di lamentele contro la chiesa di “Cristo Salvatore”, che ha acquistato il suo appezzamento di terra - adibito anche alla costruzione di luoghi di culto - in modo regolare.
     
    “La decisione di negare il permesso di edificazione agli evangelici – spiega l’avvocato – è stato preso a favore di un’altra organizzazione religiosa e soprattutto sulla base di un documento firmato da un prete ortodosso che usa toni offensivi contro i protestanti, definendoli ‘corruttori morali’, questo è vietato dalla Costituzione federale che sancisce l’uguaglianza di tutte le associazioni religiose davanti alla legge e garantisce la libertà religiosa e di coscienza”.
     
    Su queste tematiche – denuncia il legale – i burocrati russi violano spesso la legge o perfino la ignorano, molte volte senza neppure sapere di agire nell’illegalità.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/11/2013 RUSSIA
    Russia, con la legge anti-estremismo aumentano le aggressioni contro Testimoni di Geova e pentecostali
    Esperti del centro Sova denunciano l'escalation contro minoranze religiose. Il 25 novembre si apre processo a Tagarong contro 16 TdG, accusati di estremismo per aver continuato a pregare e leggere Bibbia insieme, dopo il bando della comunità deciso dalla Corte suprema russa nel 2009.

    13/04/2011 AZERBAIGIAN
    Baku: ai cristiani "non registrati" è proibito anche riunirsi per pregare
    La nuova legge sulla libertà religiosa proibisce qualsiasi attività dei gruppi religiosi non registrati. Molti gruppi hanno chiesto la registrazione, ma tarda ad arrivare. Intanto la polizia arresta i “trasgressori”. Ma il presidente Ilham Aliev autocelebra una grande libertà religiosa.

    19/09/2007 UZBEKISTAN
    Persecuzione religiosa: per il governo sono "notizie false"
    Continuano gli arresti e le multe per i cristiani solo perché possiedono il Vangelo o si riuniscono per pregare o per una festa di compleanno. Nel Karakalpakstan rifiutato il riconoscimento a tutti i gruppi religiosi. Ma il governo dice che i credenti possono liberamente “incontrarsi nelle case private”.

    29/07/2011 RUSSIA
    A Rostov in piazza contro i Testimoni di Geova
    Dopo accuse, processi e aggressioni fisiche, ora contro i TdG anche picchetti di protesta. Slogan e striscioni bollano la comunità come setta estremista.

    16/05/2017 12:36:00 RUSSIA
    Mosca, vandalismi ed emarginazione contro i Testimoni di Geova e i loro figli

    Vetri rotti ad appartamenti dei fedeli; scritte di insulto sulle sedi in decine di province. Minacce ai figli dei TdG di espellerli da scuola se continuano a partecipare a “incontri terroristi” del gruppo religioso.





    In evidenza

    RUSSIA-VATICANO
    Il card. Parolin a Mosca: l’Ostpolitik che vince le diffidenze

    Vladimir Rozanskij

    A tema un incontro fra papa Francesco e il patriarca Kirill, non a Mosca, ma in qualche luogo santo dell’Oriente cristiano, o a Bari. Una conferenza internazionale sul futuro di Ucraina e Crimea. L’impegno per i cristiani e la pace in Medio oriente.


    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®