30/03/2004, 00.00
VIETNAM

Sacerdote martire onorato da cristiani e non cristiani

Bac Lieu (AsiaNews/Ucan) – Folle di pellegrini rendono omaggio alla tomba di un sacerdote martire, ucciso il 12 marzo 1946 con i suoi parrocchiani.  L'anniversario della morte di p. Francois Xavier Truong Buu Diep ha radunato più di 30 mila cattolici, protestanti e non cristiani alla parrocchia di Tac Say, nella provicia di Bac Lieu, 1990 km a sud di Hanoi. Tutti hanno manifestato rispetto e gratitudine a un uomo santo, che si può considerare artefice di guarigioni, prosperità e buona fortuna.

L'attuale parroco, p. Jean Baptiste Tran Duc Hung, con altri 18 sacerdoti ha celebrato all'aperto una Messa di commemorazione del martirio di p. Diep, avvenuto 60 anni fa.  

P. Diep era nato nel 1897 ed era stato ordinato sacerdote nel 1924, dopo gli studi nel Seminario Maggiore di Phnom Penh, in Cambogia. Durante il suo ministero sacerdotale, il paese è stato lacerato da conflitti tra fazioni religiose e politiche. Pertanto, un superiore gli consigliò di lasciare il paese per un luogo più sicuro. "Vivo tra la mia gente e morirò tra loro" Non andrò altrove", ha affermato. In seguito, le forze nemiche hanno catturato lui e 30 laici cattolici e li hanno tenuti in un magazzino di riso. Il corpo del sacerdote è stato trovato in un laghetto vicino, ma le autorità non concordano su chi l'ha ucciso e perché.  

Ora, i pellegrini fanno la fila per toccare la tomba e la statua del martire, offrendo incenso, candele, denaro, cibo e preghiere. Durante la celebrazione, alcuni credenti hanno portato porcellini di latte, arrosto di maiale, dolci, fiori e frutta e li hanno messi su tavoli di fronte alla tomba. Le pensioni locali erano piene e facevano pagare ai viaggiatori il triplo del prezzo regolare. Un'anziana pellegrina di 60 anni di Ho Chi Minh City ha detto che il suo gruppo di 50 persone è stato fortunato a trovare un posto per dormire sui gradini della rettoria. "P. Diep mi ha guarito dopo che ho visitato la sua tomba", ha detto la donna, riferendosi alla grave artrite che in precedenza le impediva di camminare bene.  Da allora, ogni anno va a ringraziarlo, portando amici che chiedono grazie materiali e spirituali. Migliaia di pellegrini hanno lasciato ringraziamenti per le preghiere esaudite, incidendo frasi come "sono grato a p. Diep" su piccole pietre poste sulle mura che circondano la chiesa. Anche molti vietnamiti residenti all'estero vanno a pregare p. Diep. P. Hung ha detto che dagli anni '80 la chiesa è diventata un luogo di pellegrinaggio popolare nella regione, dopo che si sono diffuse tra la gente le notizie di grazie ricevute. Nel 1996, la diocesi lo ha riconosciuto ufficialmente come luogo di pellegrinaggio. 

Il 24 febbraio, mons. Emmanuel Le Phong Thuan, vescovo di Can Tho, ha celebrato la Messa per l'inizio della costruzione di una nuova parrocchia, che potrà contenere 2 mila posti a sedere, al posto della struttura attuale, costruita nel 1963. La comunità cattolica di Tac Say risale al 1925 ed era composta di 200 parrocchiani. Ora conta 1500 cattolici.

 

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il Card. Sepe visiterà il Vietnam in novembre
22/09/2005
Vescovo di Huê: "La nuova legge sulle religioni non dà libertà"
08/11/2004
Arrestato il vescovo Giulio Jia Zhiguo
05/07/2005
Commissione Usa: sanzioni contro Vietnam e Arabia Saudita per violazioni della libertà religiosa
09/02/2005
Tribunale vietnamita conferma la condanna di tre giovani cattolici
28/09/2012