20 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 27/09/2013, 00.00

    VIETNAM – VATICANO

    Saigon: migliaia rendono omaggio alla memoria del card. Văn Thuận, futuro beato

    Nguyen Hung

    A 11 anni dalla morte, Ho Chi Minh City ha ospitato una solenne funzione in suffragio del porporato vietnamita. Il cardinale “ha praticato le virtù cattoliche in modo eroico” ed è un esempio anche per i fedeli di oggi, che soffrono per le persecuzioni. Prima della messa proiettate immagini della sua vita.

    Ho Chi Minh City (AsiaNews) - In attesa che il cammino di beatificazione - pur fra ostacoli e rallentamenti opposti dalle autorità di Hanoi - giunga a conclusione, i cattolici vietnamiti continuano a rendere omaggio alla memoria del card. Francis Xavier Nguyễn Văn Thuận. Il 16 settembre scorso nella cattedrale di Saigon almeno 3mila fedeli hanno partecipato alla messa di suffragio per gli 11 anni dalla morte della figura più carismatica nella storia recente della Chiesa vietnamita. Prima della messa, i partecipanti hanno potuto osservare una serie di immagini della vita del porporato - morto a Roma, dopo lunga malattia, il 16 settembre 2002 - proiettate sui muri della chiesa. Anche il card. Agostino Vallini, vicario generale della diocesi di Roma, ha reso omaggio "al card Văn Thuận, che ha praticato le virtù cattoliche in modo eroico".  

    Durante la funzione commemorativa, p. Agostino Nguyễn Văn Dụ ha raccontato alcuni aneddoti inerenti la vita del cardinale, in particolare durante gli anni trascorsi a Roma e caratterizzati dal progredire della malattia. Il sacerdote ha inoltre ricordato la definizione data da Benedetto XVI del porporato vietnamita, definito "una persona foriera di speranza. Da vivo ha saputo infondere fiducia a tutti e proprio grazie a questa innata speranza, ha saputo superare le difficoltà... in particolare durante gli anni di isolamento" nelle carceri comuniste del Paese.

    Il cardinale François-Xavier Nguyen Van Thuân è nato il 17 aprile 1928, nella parte centrale del Vietnam, in una famiglia che aveva tra i suoi antenati i primi martiri vietnamiti del 1698. L'11 giugno 1953 venne ordinato sacerdote e a Roma si è laureato in Diritto canonico alla Pontificia università urbaniana. Ritornato in Vietnam fu professore e poi rettore del seminario di Huê. Il 24 aprile 1975, Paolo VI lo nominò coadiutore della arcidiocesi di Saigon. Pochi mesi dopo, il 15 agosto 1975, venne arrestato e imprigionato. Fu rilasciato il 21 novembre 1988 dopo aver trascorso oltre 13 anni in carcere.

    E il suo essere "fonte di speranza" emerge sin dal motto episcopale scelto - "Gaudium et Spes" - a conferma che il tempo trascorso nelle prigioni del regime non lo ha privato della gioia della fede e della speranza in Cristo. Un esempio valido ancora oggi, per tutti i cattolici vietnamiti che vivono in condizioni di difficoltà e persecuzioni da parte delle autorità. Quanti gli sono stati vicino testimoniano il suo profondo "ottimismo" che derivava dalla fiducia nella Provvidenza di Dio, che non lo ha mai abbandonato nemmeno nei centri detentivi comunisti di Vinh Quang e Vinh Phu. I cattolici vietnamiti hanno colto appieno la lezione del porporato, che parla di "speranza" quale risultato di "fede e carità" in previsione della "vita eterna".

    Anche Giovanni Paolo II ha reso omaggio alla figura del cardinale vietnamita, che "negli abissi delle sofferenze", non ha mai smesso di "amare gli altri". E che ha saputo morire in pace, senza provare "risentimento" per alcuno a testimonianza che egli gode "della vita eterna, dove il sole non tramonta mai". Un esempio fra i tanti che rendono onore alla grandezza dell'uomo, prima ancora del sacerdote, è contenuto in questo aneddoto che risale ai tempi della prigionia. Dopo sei anni di isolamento, il card Van Thuân riceve una lettera da una delle guardie della prigione; il soldato gli confessa di aver mantenuto la "promessa" di recarsi "ogni mattina" presso l'altare della Madonna di La Vang - sede di un famoso santuario mariano - e recitare "una preghiera per il mio caro fratello Thuân".

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    16/07/2013 VIETNAM
    Laici cattolici, testimoni sull'esempio dei martiri e dei missionari del Vietnam
    Nonostante le difficoltà e le persecuzioni, i fedeli hanno contribuito all'evangelizzazione delle zone più remote e più povere. La Chiesa del Vietnam è la quinta Chiesa dell'Asia. Fra il 17mo e il 19mo secolo vi sono stati centinaia di migliaia di martiri, "i semi della nostra speranza".

    20/06/2009 VIETNAM
    Sacerdoti vietnamiti: impegno pastorale e lavoro per cambiare la società
    Nell’Anno sacerdotale, i cattolici guardano alle figure dei sacerdoti nel Paese, impegnati nel lavoro pastorale, ma anche nel lavoro sociale. L’impegno di un sacerdote che ha avuto come maestro l’allora p. Francesco Saverio Nguyen Van Thuan nel dramma della guerra e oggi.

    25/05/2011 VIETNAM
    Sacerdote vietnamita: dottrina sociale della Chiesa, per promuovere carità e giustizia
    I cattolici denunciano la mancanza di fiducia reciproca e rapporti poco profondi. Ai problemi “interni” si sommano le restrizioni alla libertà religiosa. Per questo servono “buoni pastori” che promuovano la “comunione” fra fedeli. Imparare dagli esempi positivi, come Giovanni Paolo II e il card Nguyen Van Thuan.

    15/05/2017 11:39:00 VIETNAM-VATICANO
    Per i vietnamiti, la santità del card. Van Thuan comprende anche il suo impegno per la dottrina sociale della Chiesa

    Il futuro beato, quando era Presidente del Pontificio consiglio di Giustizia e pace, ha messo le basi per la pubblicazione del Compendio di dottrina sociale della Chiesa. Ad Hanoi, un Club ispirato a lui diffonde la dottrina e raccoglie libri per spingere i giovani a leggere con lo “Scaffale di speranza” in ogni parrocchia e a impegnarsi nella carità e nella missione.



    09/07/2011 VIETNAM
    Thanh Hóa, una campagna per rinnovare fra i laici lo spirito della Pasqua
    L’iniziativa ha coinvolto dal 12 giugno al 4 luglio centinaia fra sacerdoti, religiosi, seminaristi e laici nelle 51 parrocchie delle diocesi. Lo scopo è formare e coinvolgere nuovi catechisti per diffondere fra i giovani i valori cristiani e rinvigorire la missione della Chiesa.



    In evidenza

    GIAPPONE-VATICANO
    Mons. Kikuchi: In sintonia col papa e il card. Filoni per la missione in Giappone

    Tarcisio Isao Kikuchi

    Il vescovo di Niigata e presidente di Caritas Japan commenta a caldo il messaggio papale inviato ieri ai vescovi del Giappone. Le tappe del viaggio del card. Filoni, che toccherà anche Fukushima. Rimane ancora “irrisolta” la questione del rapporto con il Cammino neocatecumenale.


    VATICANO-GIAPPONE
    Papa ai vescovi giapponesi: Siate sale e luce della società, anche andando contro-corrente



    In occasione della visita pastorale del card. Fernando Filoni, Prefetto di Propaganda Fide, nel Paese del Sol levante, papa Francesco spinge i vescovi e la Chiesa giapponese a rinnovare il loro impegno missionario nella società, segnata da suicidi, divorzi, formalismo religioso, povertà materiale e spirituale. La richiesta di collaborare coi movimenti ecclesiali, forse in memoria delle polemiche passate con il Cammino neocatecumenale.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®