28 Luglio 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 03/05/2006
palestina
Sbagliata per Wolfensohn la sospensione degli aiuti internazionali all'Anp

Nel suo rapporto il rappresentante speciale del Quartetto chiede se "qualcuno pensa di vincere cacciando i bambini dalla scuola o affamando i palestinesi".



Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) – E' sbagliato il taglio degli aiuti umanitari a favore del governo palestinese di Hamas. Un giudizio in tal senso è contenuto nel rapporto di James Wolfensohn, già presidente della Banca mondiale ed attuale rappresentante speciale del Quartetto (Onu, Usa, Russia e Unione europea) per le riforme economiche e politiche dell'Autorità palestinese.

Wolfensohn, nel suo rapporto, presentato lunedì a Washington, rinuncia formalmente all'incarico di coordinatore economico per Gaza, sostenendo che l'ascesa di Hamas ha reso il suo lavoro insostenibile. Egli chiede se, dopo aver speso più di un milione di dollari all'anno per l'assistenza ai palestinesi, molti dei quali destinati a costruire le istituzioni governative ed economiche per creare "uno Stato palestinese autosufficiente", "ora si vogliono semplicemente abbandonare tali obiettivi". Il rapporto aggiunge che le Nazioni Unite e le organizzazioni non governative non sono in grado di colmare il vuoto se le istituzioni dell'Autorità palestinese collasseranno sotto la pressione occidentale.

Il rapporto Wolfensohn evidenzia l'impatto sull'intera situazione economica dell'incapacità dell'Autorità palestinese di pagare gli stipendi. "La situazione fiscale dell'autorità va di male in peggio". La previsione per il 2008, in questo quadro, prevede un incremento della disoccupazione fino al 47% e della povertà al 74%. Secondo la Banca mondiale, il reddito pro capite, solo in quest'anno scenderà del 27%.

"Mi sorprende – si legge nel rapporto - che qualcuno pensi di vincere cacciando i bambini dalla scuola o affamando i palestinesi. E non posso pensare che qualcuno, nel Quartetto, crede che questa sia la politica".

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
19/07/2007 ISRAELE – PALESTINA
Attese per la riunione del Quartetto che segna l’esordio di Blair inviato in Medio Oriente
02/02/2007 PALESTINA
Ripresi a Gaza gli scontri tra Hamas e Fatah
10/05/2006 palestina
I palestinesi sono "scontenti" per le loro "cattive" condizioni economiche
20/09/2010 ISRAELE - PALESTINA
Dopo tre anni, Israele autorizza l’ingresso di veicoli privati nella striscia di Gaza
07/02/2009 PALESTINA - ISRAELE
L’Onu blocca l’invio di aiuti a Gaza, dopo che Hamas le ha confiscato carichi di cibo
di Joshua Lapide

In evidenza
ISRAELE-IRAN
Dopo l’accordo sul nucleare, Israele dovrebbe diventare il miglior alleato dell’Iran
di Uri AvneryE’ la tesi del grande statista e pacifista Uri Avnery, leader del gruppo Gush Shalom, sostenitore della pace fra israeliani e palestinesi. Secondo Avnery, l’Iran desidera solo essere una potenza regionale e del mondo islamico, capace di commerciare con tutti, grazie alla sua raffinata e millenaria esperienza. Di fronte, rivolti al passato, vi sono le monarchie e gli emirati del Golfo. L’Iran può essere un ottimo alleato contro Daesh. Gli abbagli di Netanyahu e dei politici e media israeliani. (Traduzione dall’inglese di AsiaNews).
ASIA
Il Pime in Cina: uomini nuovi in strutture nuove
di Piero GheddoLa missione in Cina è possibile: deve puntare più alla formazione che alle strutture. L’esempio dei martiri antichi e nuovi. Una sintesi commentata della lettera che il Superiore generale del Pime ha mandato ai suoi confratelli, dopo un viaggio in Cina.
EUROPA - ISLAM
Imam di Nîmes: Lo Stato islamico uccide i cristiani, e rischia di eliminare anche l’islam dall’Europa
di Hocine Drouiche*L’islam politico sta diventando un “islam delinquente” che valorizza la menzogna, l’odio, l’inimicizia. I nemici sono i “cristiani” e tutto l’occidente. Ma l’islam ha avuto epoche in cui dialogo, ragione, incontro, assimilazione erano tenuti in grande stima. L’islam guerriero che tanto affascina molti giovani, è frutto di miti e manipolazioni e spinge all’islamofobia. E’ tempo di far nascere e crescere un islam europeo, garante della libertà di coscienza e capace di convivere con cristiani ed ebrei. Risolvere col dialogo il problema palestinese.

Dossier


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate