12/05/2011, 00.00
ASIA
Invia ad un amico

Scendono i mercati asiatici, trascinati dalle svendite di Wall Street

Gli indici negativi provocati dal ribasso dei prezzi del petrolio, dell’argento e dell’oro. Il dollaro si rafforza sull’euro a causa della crisi greca.
Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – Tutte le piazze asiatiche sono in ribasso quest’oggi, dopo le svendite avvenute ieri a Wall Street, causate dalla caduta dei prezzi delle materie prime, in particolare il petrolio, l’argento e l’oro.
 
Ieri il prezzo del petrolio alla borsa di New York è sceso del 5,5%; l’argento è sceso dell’8,3% e l’oro dello 0,9%. Quest’oggi a mezzogiorno la borsa di Tokyo era scesa dello 0,79%; quella di Shanghai dello 0,36%; Hong Kong meno 0,83%; Seoul meno 1,13.
 
Il prezzo del petrolio è sceso soprattutto perché sono stati pubblicati dati che mostrano un incremento riserve Usa. Cina e Stati Uniti sono i due più grandi consumatori di energia. In compenso, il dollaro si è leggermente rafforzato rispetto all’euro, a causa dei problemi di insolvenza del debito della Grecia. Due giorni fa l’euro era scambiato a 1, 4410 sul dollaro. Ieri sera il suo valore era 1,4215.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
I prezzi dell’argento e delle materie prime: si prepara una nuova crisi
09/05/2011
Crollano i prezzi delle materie prime, molti temono una nuova crisi globale
06/05/2011
La crescente inflazione in Asia può fermare lo sviluppo di interi Stati
25/07/2008
Salgono le borse dell'Asia dopo gli aiuti alle banche spagnole
11/06/2012
Scende il prezzo del petrolio, salgono le borse asiatiche
24/06/2011