22 Dicembre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 06/07/2012
SRI LANKA
Sri Lanka, cristiani difendono un professore buddista minacciato di morte
di Melani Manel Perera
Nirmal Ranjith Devasiri, presidente della Federazione delle associazioni dei docenti universitari (Futa), ha protestato contro alcune politiche del governo riguardo il settore dell’istruzione. Ignoti gli autori delle minacce. Christian Solidarity Movement (Csm): il presidente Mahinda Rajapaksa deve garantire la libertà d’espressione e pensiero di tutti i cittadini.

Colombo (AsiaNews) - Attivisti cristiani, laici e religiosi, chiedono l'intervento del presidente dello Sri Lanka Mahinda Rajapaksa per proteggere la vita di Nirmal Ranjith Devasiri (nella foto), professore buddista di storia all'Università di Colombo e presidente della Federazione delle associazioni dei docenti universitari (Futa). Da giorni infatti, egli riceve telefonate minatorie e minacce di morte da sconosciuti, per aver espresso alcune critiche circa i contributi statali assegnati al settore dell'istruzione. Secondo i membri del Christian Solidarity Movement (Csm), l'apertura di un'inchiesta ufficiale sarebbe un buon segno per "la libertà d'espressione e di pensiero, un diritto fondamentale garantito dalla nostra Costituzione e dalla Carta per i diritti umani delle Nazioni Unite".

Il prof. Ranjith è impegnato anche a livello politico, e ha spesso reso pubbliche le sue critiche alle politiche del governo. Nello specifico, lo scorso giugno ha chiesto di assegnare il 6% del Pil al settore dell'istruzione; di aumentare lo stipendio dei docenti universitari; di coinvolgere i professori in comitati decisionali che riguardano il settore educativo. Per registrare la sua protesta, l'uomo ha iniziato uno sciopero, in cui ha coinvolto anche altri suoi colleghi. Da quel momento, lui e la sua famiglia hanno iniziato a ricevere intimidazioni da sconosciuti.

"Di fronte a recenti casi di sequestri e sparizioni - spiegano membri del Csm - le minacce subite dal prof. Ranjith ci preoccupano. Il governo non può permettere simili situazioni: deve promuovere la libertà di pensiero e di espressione, principi fondamentali di ogni democrazia. Venire meno in questo, vuol dire che il governo è contro la democrazia".


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
18/09/2010 SRI LANKA
Un libro in ogni casa, per diffondere la letteratura cristiana nell’arcidiocesi di Colombo
di Melani Manel Perera
27/04/2013 PAKISTAN
Ashfaq Fateh, cristiani e musulmani piangono la scomparsa di un “modello di attivismo”
di Shafique Khokhar
02/03/2010 SRI LANKA
Arcivescovo di Colombo: cattolici, "seme di unità” per lo Sri Lanka
di Melani Manel Perera
17/07/2009 SRI LANKA
Lo Sri Lanka aumenta le spese militari: nel 2009 stanziati 1,74 miliardi di dollari
24/12/2009 SRI LANKA
Sri Lanka: Suore del Buon Pastore festeggiano Natale con i bimbi più poveri
di Melani Manel Perera

In evidenza
IRAQ-VATICANO
Vescovo di Mosul: Gesù nasce fra i container dei rifugiati. Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul"
di Amel NonaI profughi perseguitati dallo Stato islamico hanno perso tutto: beni, casa, lavoro, scuole, futuro. Ma rimane forte la fede e la missione. Raccolti e inviati quasi 900mila euro. Il messaggio di vicinanza di papa Francesco. La campagna continua secondo la proposta del patriarca di Baghdad: digiuno e sobrietà a Natale e Capodanno, offrendo il corrispettivo per i cristiani di Mosul.
IRAQ
Patriarca caldeo: Digiuno alla vigilia di Natale per il ritorno dei profughi a Mosul
di Joseph MahmoudMar Louis Sako domanda ai fedeli di non celebrare in modo "mondano", con sfarzo e abbondanza, Natale e Capodanno in segno di solidarietà con i fuggitivi della piana di Ninive, perseguitati dall'Esercito islamico. AsiaNews aderisce al digiuno proposto dal Patriarca e chiede a tutti i lettori di dare il corrispettivo del digiuno a sostegno della campagna "Adotta un cristiano di Mosul".
IRAQ - ITALIA
Lettera dell'arcivescovo di Mosul: Grazie per gli aiuti, che sostengono le sofferenze dei rifugiati
di Amel NonaLe offerte di tutti i donatori della campagna "Adotta un cristiano di Mosul" sono usate per acquistare cibo, vestiti pesanti, coperte per i profughi e affittare case o roulotte per affrontare l'inverno e il freddo che sono giunti molto presto. Due donne hanno difeso la loro fede cristiana davanti ai miliziani islamisti che volevano convertirle, minacciandole di uccidere. Rifugiato fra i rifugiati, mons. Nona scopre un modo nuovo di essere pastore.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate