23 Febbraio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/02/2017, 13.07

    VATICANO

    Studiosi e imprenditori discuteranno di “Alternative costruttive in un’era di incertezza globale”



    Presentato il tema dell’annuale convegno internazionale della Fondazione “Centesimus Annus – Pro Pontifice”, che si terrà in Vaticano dal 18 al 20 maggio. Vincitori del III Premio Internazionale “Economia e Società” della stessa Fondazione sono il tedesco Markus Vogt e due giornalisti: il francese padre Dominique Greiner  e il tedesco Burkhard Schäfers.

    Città del Vaticano (AsiaNews) - Sarà “Alternative costruttive in un’era di incertezza globale - Occupazione e integrità nell’età digitale Incentivi alla solidarietà e alla virtù civica” il tema dell’annuale convegno internazionale della Fondazione “Centesimus Annus – Pro Pontifice” (CAPP), che si terrà in Vaticano dal 18 al 20 maggio.

    Tema e date sono stati resi noti oggi, contemporaneamente alla presentazione del III Premio Internazionale “Economia e Società” della medesima Fondazione.

    Il convegno vedrà la partecipazione di circa 250 professionisti, imprenditori, dirigenti sindacali, politici, esponenti del mondo accademico ed esperti di dottrina sociale della Chiesa. Si avvarrà del lavoro in occasione di diversi convegni regionali e consultazioni internazionali di esperti, ed utilizzerà relazioni predisposte da gruppi locali e aderenti CAPP in 19 diversi Paesi.

    La presentazione del convegno ha dato anche occasione al presidente della Fondazione, Domingo Sugranyes Bickel, di illustrare alcune delle attività svolte negli 24 mesi. In particolare: Iniziative imprenditoriali nella lotta contro la povertà, con relazioni presentate al Convegno Internazionale (Vaticano, maggio 2016) e al Convegno CAPP-USA/Fordham University (New York, settembre 2016).

    Una economia digitale al servizio del bene comune, con speciale attenzione al futuro dell’occupazione (Assemblea degli aderenti italiani della Fondazione presso la sede di ‘La Civiltà Cattolica’ nel novembre 2016) ed Effetti culturali, organizzativi ed etici della digitalizzazione (CAPP/Universidad Pontificia Comillas/BBVA, quarta consultazione del “Dublin Process”, Madrid, gennaio 2017),

    Nuove alleanze e dialogo etico nel perseguimento di riforme economiche inclusive (Convegno internazionale CAPP, Vaticano, Maggio 2016). La documentazione di questi incontri è a disposizione sul sito web della CAPP www.centesimusannus.org e in varie pubblicazioni.

    Da parte sua, il card. Reinhard Marx, arcivescovo di München und Freising e presidente della giuria del premio, ha reso noti i nomi dei vincitori del III Premio Internazionale “Economia e Società” della Fondazione.

    I vincitori sono: per il Premio Internazionale, il tedesco Markus Vogt, per l’opera Prinzip Nachhaltigkeit. Ein Entwurf aus theologisch-ethischer Perspektive, Monaco, 2013; per il Premio per i giornalisti, istituito quest’anno: il francese Padre Dominique Greiner, premiato per il suo blog “La doctrine sociale sur le fil”, pubblicato sul sito del quotidiano “La Croix; e il tedesco Burkhard Schäfers, premiato per una sua trasmissione radiofonica “Oswald von Nell-Breuning – Was von der katholischen Soziallehre geblieben ist”.

    La cerimonia di premiazione dei vincitori si terrà il 18 maggio 2017, alle ore 17.00, neil Palazzo della Cancelleria (Piazza della Cancelleria – Roma), nel contesto dell’annuale convegno internazionale della Fondazione “Centesimus Annus – Pro Pontifice”, che si svolgerà nell’Aula nuova del Sinodo, in Vaticano, e nel Palazzo della Cancelleria.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/01/2009 VATICANO – IRAQ
    Mons. Sako: Ho chiesto al papa un Sinodo in Medio Oriente per rinnovare la presenza dei cristiani
    L’arcivescovo di Kirkuk ha incontrato Benedetto XVI, al quale ha illustrato il progetto di un Sinodo delle Chiese del Medio Oriente. Il prelato auspica un ripensamento complessivo “della catechesi e della pastorale”, che sappiano “adattarsi alla realtà odierna”. Un appello per la “formazione dei giovani alla vita sociale e politica in Iraq”.

    19/09/2007 LIBANO
    Deputato maronita anti-siriano ucciso a Sin-El-Fil
    Antoine Ghanem, 64 anni, era tornato da poco da Parigi. Nell'esplosione sono morte altre 7 persone; più di 20 i feriti. E' il sesto parlamentare anti-siriano a morire a pochi giorni dalle elezioni del presidente.

    23/01/2009 VATICANO – IRAQ
    Vescovi irakeni: senza paure, riprendere il cammino missionario
    Mons. Warduni e mons. Rabban spingono a superare “timori e divisioni”, invitando i cristiani a rimanere in Iraq per essere un messaggio di speranza. Problemi da sette protestanti europee e americane che, sfruttando le sofferenze, “comprano i fedeli” con il denaro.

    19/04/2005 COREA DEL SUD - CONCLAVE
    Un rosario e una messa ogni sera, Seoul prega per il conclave


    02/12/2009 COREA DEL NORD
    Il “terzo Kim” spaventa le due Coree
    Fonti della dirigenza nordcoreana spiegano: “Kim Jong-un è il successore eletto del Caro Leader. Ma sarà un dittatore peggiore del padre, autocratico e crudele”. Smentite le voci che volevano il padrone di Pyongyang a un passo dalla morte.



    In evidenza

    LIBANO
    Trump, Marine Le Pen e il Medio oriente: il Libano contro muri e divisioni

    Fady Noun

    L’inizio della presidenza Trump ha segnato la “babelizzazione” della società americana. Ciascun Paese riversa il suo odio contro un nemico esterno. La crisi globale attuale ha radici religiose. Al cuore del caos vi è la minaccia jihadista. Laterza guerra mondiale non si vince con i droni, ma usando moderazione e promuovendo l’incontro e il confronto. 

     


    EGITTO – ISLAM
    Al Azhar sotto l’influenza dell’islamismo di Daesh

    Kamel Abderrahmani

    Le istituzioni religiose ufficiali e le università cosiddette islamiche sono la causa dell’immobilità del mondo musulmano. I programmi insegnati ad Al Azhar e la letteratura usata sono gli stessi che sono applicati sul terreno da tutti i terroristi armati. Nessun paragone possibile fra Al Azhar e il Vaticano. Il Vaticano ha ospitato musulmani irakeni e siriani che fuggivano la guerra. Al Azhar non ha fatto nulla per cristiani e Yazidi. La persecuzione verso Mohamed Nasr Abdellah, desideroso di modernizzare l’islam. Il commento di uno studente musulmano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®