03/04/2009, 00.00
PAKISTAN
Invia ad un amico

Swat Valley: talebani frustano una 17enne perché in compagnia di un giovane

di Qaiser Felix
Il video ripreso e diffuso dai fondamentalisti “di proposito” a scopo di propaganda. La Swat Valley trasformata in un regno del terrore sotto la Sharia.
Islamabad (AsiaNews) – Un gruppo di talebani frusta senza pietà una ragazza di 17 anni, coperta da un burqa, mentre lancia grida di dolore e pietà verso i suoi aguzzini. È il contenuto di un video amatoriale ripreso attraverso un telefono cellulare e trasmesso oggi da un canale televisivo pakistano. La punizione è stata impartita perchè la giovane è uscita di casa con un coetaneo che non è suo marito.
 
Il fatto è avvenuto nella Swat Valley. Le immagini, diffuse anche dal media indiano Times Now e disponibili su YouTube, mostrano una ragazza con la faccia a terra; due uomini le tengono ferme braccia e piedi, mentre un terzo, avvolto da un turbante e con una lunga barba, la fustiga ripetutamente. “Smettetela, vi prego – urla la ragazza – Scegliete: o vi fermate ora, oppure uccidetemi”. Dopo aver ricevuto 34 frustate la giovane è stata condotta all’interno di un edificio in pietra.  
 
Di recente nella Swat Valle è stata introdotto la Sharia, la legge islamica, in seguito all’accordo fra il governo della North West Frontier Province (Nwfp) e il movimento Tahrik-e-Nifaz Shariat Muhammadi (Tnsm). Muslim Khan, portavoce talebano, riferisce che “[la ragazza] è uscita di casa con un giovane che non è suo marito, per questo abbiamo dovuto punirla. Ci sono limiti che non si possono superare”. La punizione è stata impartita nei 10 giorni successivi alla scoperta del “crimine”.
 
Il leader talebano aggiunge che il video è stato fatto circolare di proposito perché “la gente veda” e capisca quali sono i “fondamenti ideologici in cui essi [i talebani] credono”. Tra gli aguzzini della ragazza vi era anche il fratello, che la tratteneva a terra mentre l’uomo barbuto la frustava. Anche questo è un “messaggio ideologico” lanciato dai talebani.
 
L’accordo di “pace” sottoscritto tra governo regionale e talebani include anche norme che prevedono la creazione di corti islamiche, la messa al bando della musica, l’espulsione di prostitute dall’area, la chiusura dei negozi negli orari di preghiera e una campagna contro quelle che essi definiscono “oscenità”.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Contro i talebani: le frustate alla 17enne nello Swat un “atto barbarico”
06/04/2009
Per le donne iniziano i divieti con la Sharia nella Swat Valley
17/03/2009
Swat Valley: dal 16 marzo entra in vigore la sharia
11/03/2009
Swat: i cattolici pregano per la pace, il Paese affronta un esodo biblico
15/05/2009
Karachi, è morto il bambino cristiano ferito nell’assalto dei talebani
28/04/2009