27 Maggio 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 26/06/2012
INDIA
Tamil Nadu, cristiani protestanti ancora bersaglio degli estremisti indù
Assaltato il villaggio a maggioranza cristiana di Vanagiri Menvar; incendiati case e luoghi di culto. Il bilancio è di un morto e oltre 15 feriti. La maggior parte degli abitanti è ancora rifugiata nei boschi circostanti il villaggio. Questo è il quinto attacco dall'inizio del 2012.

Chennai (AsiaNews) - Un morto, oltre 15 feriti, case saccheggiate e date alle fiamme: è il bilancio dell'attacco compiuto da un gruppo di estremisti indù contro la comunità cristiana protestante di Vanagiri Menavar, nel distretto di Nagapattinam (Tamil Nadu). L'assalto è avvenuto lo scorso 23 giugno ed è il quinto dall'inizio del 2012. Nell'abitato vivono 30 famiglie cristiane e 10 indù. Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic) denuncia un aumento delle violenze contro i cristiani del Tamil Nadu. Tre dei cinque attacchi si sono verificati nel solo mese di aprile.

Le tensioni sono iniziate il 21 giugno, quando una folla di estremisti indù del Bharathia Janatha Party (Bjp) e del Rashtriya Swayamsevak Sangh (Rss) si reca a Vanagiri Menavar e ordina alla popolazione indù di boicottare i cristiani, impendendo loro di pregare e andare a messa. Gli estremisti avevano già fatto visita al villaggio in maggio con le stesse richieste. Per evitare scontri, le autorità locali organizzano il 23 giugno un incontro di riconciliazione fra le due comunità. Alla riunione partecipa anche Thiru K.A Jayapal, ministro per la Pesca, che però non riesce a convincere gli estremisti a lasciare il villaggio. In serata, gli indù attaccano le abitazioni cristiane con spade e bastoni, incendiano e saccheggiano quattro edifici, costringendo la popolazione alla fuga. Nello scontro 15 persone rimangono ferite, fra cui due in gravissime condizioni. Dopo l'assalto, le famiglie rimaste nel villaggio contattano la stazione di polizia di Poompuhar che però si rifiutano di collaborare, costringendo i cristiani a rivolgersi alle autorità del distretto di Nagapattinam. Esse permettono il deposito della denuncia, ma non danno il via a nessuna indagine, lasciando impuniti gli autori del gesto.

Il 24 giugno, Mahalingam, uno dei cristiani feriti viene trovato morto in ospedale in circostanze poco chiare. Secondo il figlio Rajendran, anch'egli ricoverato, l'uomo era a letto in condizioni stazionarie e sarebbe stato ucciso dagli estremisti. La notizia scatena il panico e le poche famiglie ancora residenti a Vanagiri Menavar fuggono e a tutt'oggi sono accampati ad alcuni chilometri dal villaggio.

Nel 2012 gli estremisti indù hanno intensificato i loro attacchi contro la minoranza cristiana in Tamil Nadu. L'11 aprile scorso nella città di Emapur, nel distretto di Villupuram, un gruppo di radicali ha picchiato un pastore protestante. Il 21 aprile a Paganeri (Shivagangai), una folla di 100 attivisti del Bjp ha assaltato 15 cristiani, picchiandoli fino a tramortirli e sequestrando loro bibbie e altro materiale missionario. L'incidente più recente si è verificato il 30 aprile nel villaggio Banglawmedu. Dopo la denuncia di alcuni estremisti, la polizia locale ha fatto irruzione in una chiesa protestante,  accusando V. Neethirajan, pastore responsabile della comunità, di proselitismo. L'uomo stava tenendo un corso biblico di tre giorni ad alcuni bambini villaggio, fra cui alcuni di religione indù. Per intimidirlo agenti ed estremisti hanno devastato l'aula di studio e costretto gli studenti ad uscire.  (N.C.) 

 

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
29/03/2011 INDIA
Orissa, arrestati 12 tribali convertiti al cristianesimo senza il permesso delle autorità
di Nirmala Carvalho
02/09/2009 INDIA
Il Jharkhand chiede aiuto alla Chiesa per l’emergenza siccità. Estremisti indù insorgono
13/08/2009 INDIA
Orissa: massima allerta per il primo anniversario dei pogrom anti-cristiani
di Nirmala Carvalho
29/12/2009 INDIA
La ricetta di HT Sangliana contro l’estremismo religioso: basta connivenze e rispetto della legge
di Nirmala Carvalho
20/06/2009 INDIA
Resa dei conti nel Bjp dopo la sconfitta elettorale
di CT Nilesh

In evidenza
ASIA
La Veglia per i cristiani perseguitati, nostri maestri nella missione in occidente
di Bernardo CervelleraIl “muro dell’indifferenza e del cinismo”, il mutismo e l’inerzia tante volte denunciati da papa Francesco sono divenuti quasi una fortezza. Davanti alle persecuzioni vi è un strumentalizzazione “confessionale”, che tende a bollare l’islam e tutto l’islam, e una strumentalizzazione “ideologica”, che “dimentica” ciò che accade in Corea del nord o in Cina. E all’Europa sempre più post-cristiana sembra non interessare i cristiani.
RUSSIA - CINA
Patriarcato di Mosca: la Cina autorizza l’ordinazione di sacerdoti ortodossi cinesi sul suo territorio
di Marta AllevatoIl metropolita Hilarion, ‘ministro degli Esteri del Patriarcato’, lo ha riferito al termine della sua visita in Cina, dove ha incontrato i vertici dell’amministrazione statale per gli affari religiosi. Il primo sacerdote dovrebbe servire ad Harbin e in futuro potrebbero avvenire altre due ordinazioni. L’alleanza strategica tra Mosca e Pechino - sullo sfondo della nuova Guerra Fredda con l’Occidente - passa anche per la Chiesa ortodossa, di cui la Repubblica popolare riconosce il ruolo ‘politico’ in Russia.
VATICANO
Papa: Noi e le quattro nuove sante, testimoni della resurrezione “dove più forte è l’oblio di Dio e lo smarrimento dell’uomo”Francesco proclama sante quattro suore, una francese, una italiana, due palestinesi: Maria Alfonsina Danil Ghattas, fondatrice delle Suore del Rosario, e la carmelitana Maria di Gesù Crocifisso (al secolo: Maria Bawardy). Presente Mahmoud Abbas, presidente dell’Autorità palestinese. “Rimanere in Cristo” e coltivare “l’unità fra di noi” sono segni essenziali della testimonianza. Maria Bawardy, “strumento di incontro e di comunione con il mondo musulmano”.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate