06 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 05/01/2005, 00.00

    INDIA

    Tamil Nadu, la fede è la speranza in questa tragedia



    Presidente dell'All India Catholic Union: "Nel dolore molte persone riscoprono la fede". Occorre ricostruire la vita: le barche ai pescatori, il turismo estero e interregionale.

    Chennai (AsiaNews) – Tra la distruzione del Tamil Nadu la speranza viene dalla fede. Questa la testimonianza del presidente dell'All India Catholic Union, John Dayal, dopo un viaggio nel Tamil Nadu (da Nagappatinam a Pondicherry), lo Stato indiano più colpito dallo tsunami del 26 dicembre. "Nonostante sembri impossibile – racconta Dayal ad AsiaNews – ho visto e potrei raccontare molti segni di speranza tra questa gente disperata". I più significativi sono "le storie di persone, di ogni credo, che in circostanze così tragiche riscoprono la fede". "Una simile tragedia – ha continuato Dayal – porta a farsi domande e nella riflessione molti hanno riscoperto la fede e trovato la forza di reagire".

    In India come in molti altri paesi colpiti, le operazioni di soccorso sono caratterizzate da grande solidarietà interreligiosa. Dayal ha detto che negli interventi "siamo tutti coinvolti" e c'è stata una grande risposta in particolare dai giovani. "Ho visto soprattutto molti giovani cattolici venire dalle zone interne verso la costa a rimuovere le macerie, portare aiuto alle famiglie e ai bambini nei campi d'accoglienza".

    Il pericolo di un possibile traffico dei bambini dello tsunami per fini illeciti sembra non toccare per ora l'India. Dayal conferma che "la stampa locale parla di persone che consegnano bambini allo Stato per assicurarsi i sussidi stanziati dal governo" (4544 dollari Usa ad ogni bambino e bambina rimasti senza genitori a causa del terremoto, ndr). Nessun caso, invece, di bambini rapiti e venduti: "ho incontrato membri del corpo di polizia speciale istituito dal governo per controllare la situazione dei minori e mi hanno detto di non aver registrato episodi di questo genere".

    Dopo la tragedia in India la Chiesa cattolica insieme alla Caritas si è subito mobilitata per soccorrere le vittime con operazioni di primo intervento e a lunga scadenza, nella ricostruzione. Dayal sottolinea che uno dei primi bisogni è "raccogliere fondi per comprare o costruire le barche dei pescatori". I vescovi del Tamil Nadu e leorganizzazioni cattoliche indiane pensano di lanciare una campagna di aiuti internazionali anche per ripristinare i servizi intorno al  famoso santuario cattolico di Nostra Signora della Buona Salute a Vailankanni; qui lo tsunami ha preservato l'edificio religioso dalla sua furia, ma le ultime stime parlano di 1000 cadaveri recuperati, tra i quali numerosi pellegrini.

    Domani a Jakarta un summit internazionale discuterà degli interventi per l'emergenza nel sudest asiatico. "Quello che i leader mondiali dovrebbero tenere presente – ha dichiarato Dayal – è l'importanza di riportare alla normalità il turismo non solo dall'estero ma anche quello interregionale". "I governi - ha concluso - non devono scoraggiare i viaggi verso il sudest asiatico, il turismo è la principale industria per la gran parte di questi paesi e loro maggiore fonte di ricchezza". (MA)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    29/12/2004 INDIA
    Sacerdote del Tamil Nadu: "Nessuna idea sul numero dei morti"

    Si scava ancora per cercare i corpi dei pellegrini al santuario mariano uccisi dallo tsunami.



    07/01/2005 INDIA
    Discriminazioni di casta e religiose negli aiuti governativi in Tamil Nadu

    Leader cristiani: il governo vuole prendersi tutti i meriti dei soccorsi. La polizia dirotta i camion di aiuti per il santuario di Vailankanni. Per 2 giorni sacerdoti locali hanno chiesto in vano al governo scavatrici per salvare i superstiti. Per la prima settimana la chiesa ha lavorato da sola. Dalit non accettati nei campi d'accoglienza.



    07/01/2005 INDIA
    Tsunami: cristiani, musulmani, indù assaliti dal cinismo

    La domanda "Perchè Dio ci ha fatto questo?" è la più comune. Sacerdoti e religiose lavorano alla ricostruzione e al riconoscimento dei cadaveri:"senza la preghiera si perde il vero significato della vita". 



    28/12/2004 SRI LANKA
    La distruzione ha unito le persone

    La basilica nazionale si trasforma in centro accoglienza; impegnati nei soccorsi cattolici, sacerdoti e monaci buddisti. Cifre governative parlano di oltre 18 mila morti.



    11/01/2005 ASIA
    Funzionario Onu: fino a 200 mila i morti dello tsunami

    Misure Onu per evitare malversazioni nella gestione degli aiuti.





    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®