30/04/2018, 08.55
INDIA
Invia ad un amico

Tamil Nadu, pastori pentecostali maltrattati in un tempio indù

di Nirmala Carvalho

L’aggressione è avvenuta nel distretto di Kanyakumari. Negli ultimi tre mesi, almeno 15 episodi di violenza contro i pentecostali. Nel distretto la questione settaria è un tema sensibile.

Mumbai (AsiaNews) – Due pastori cristiani pentecostali sono stati trascinati in un tempio indù, fatti sedere nei corridoi e cosparsi di cenere sul volto. Lo denuncia ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), che riporta che la violenza è avvenuta il 22 aprile scorso nel distretto di Kanyakumari, in Tamil Nadu. Il Gcic, afferma il suo leader, “è amareggiato per il deplorabile [gesto] d’umiliazione e le ripetute molestie contro i fedeli e i luoghi di culto”.

Il leader cristiano lamenta che nello Stato meridionale del Tamil Nadu sono avvenuti almeno 15 incidenti simili negli ultimi tre mesi. Tutti avevano come obiettivo i cristiani pentecostali. Nello specifico, l’aggressione subita dai due pastori “è stata ripresa dai criminali, che poi hanno diffuso le immagini in rete. Il video mostra che i leader religiosi sono stati cosparsi in maniera forzata con le ceneri sacre all’interno del tempio di Mutharamman a Sandhaivalai. Poi sono stati insultati nonostante uno dei due cantasse il Bharat Mata ki jai [canto tipico della tradizione indiana che celebra l’India come la Madre terra, ndr]”.

I pastori sono stati aggrediti con l’accusa di distribuire volantini che presentavano critiche al potere centrale. Il presidente dell’associazione cristiana fa sapere che il 28 aprile la polizia ha arrestato un uomo di nome Suresh, dopo che il caso era stato registrato presso la stazione di Arulvaimozhi. L’arrestato è stato incriminato in base alle sezioni 153A (promozione dell’ostilità tra gruppi differenti sulla base di religione, razza etc., e atti che pregiudicano il mantenimento dell’armonia) e 342 (reclusione illegale) del Codice penale indiano.

Secondo Sajan K George, “l’attacco ai pastori pentecostali avviene in un distretto sensibile alla questione settaria. Il collegio elettorale di Kanyakumari è rappresentato nella Lok Sabha [la Camera bassa del Parlamento – ndr] da Pon Radhakrishnan, ministro dell’Unione del Bjp (Bharatiya Janata Party, partito nazionalista indù)”. Il 17 aprile scorso, riporta in conclusione, “circa 20mila cristiani di varie denominazioni hanno organizzato proteste in almeno 16 città del Tamil Nadu, intonando slogan contro l’inerzia del governo nell’identificare le attività anti-cristiane condotte dai gruppi indù delle caste elevate”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Elezioni in India: caste e islam distorti a scopo politico
26/02/2019 12:55
Ram Puniyani: I fondamentalisti indù sono drogati da false ideologie
06/03/2019 13:43
Elezioni 2019, Chiesa ai partiti: Posti riservati ai dalit cristiani nei programmi
01/03/2019 12:02
India: cinque anni dopo, lo tsunami fa ancora vittime nel Tamil Nadu
28/12/2009
Tamil Nadu, nazionalisti denunciano un tempio indù per aver fatto entrare delle suore
15/05/2018 11:19