22 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 07/11/2009, 00.00

    IRAN

    Teheran: no all’invio all’estero di uranio arricchito



    Lo ha affermato Alaeddin Borujerdi, presidente della commissione parlamentare per gli affari esteri. Il parlamentare aggiunge che si stanno cercando “soluzioni alternative" e che l’Occidente “non può imporre scadenze”. Crescono i timori che l’Iran stia fabbricando in segreto la bomba atomica.
    Teheran (AsiaNews/Agenzie) – Teheran sembra orientarsi a rifiutare di inviare le proprie scorte di uranio arricchito all’estero, in cambio di combustibile per il suo reattore di ricerca sul nucleare. È quanto emerge dalle affermazioni rese oggi da Alaeddin Borujerdi, presidente della commissione parlamentare per gli affari esteri, citato dall’agenzia semi-ufficiale Isna.
     
    Borujerdi ha infatti affermato che l’Iran non prevede di “inviare una parte dei 1.200 chili [di uranio leggermente arricchito] alla controparte per ricevere del combustibile”. “Questo – aggiunge – è ormai fuori di discussione, sia in maniera graduale sia in una volta sola”. Il Presidente della Commissione esteri spiega che gli esperti iraniani “stanno valutando i modi per ottenere il combustibile” e Ali Asqar Soltanieh, rappresentante di Teheran all’Aiea, sta “negoziando per trovare una soluzione”.
     
    Le parole dell'esponente iraniano sembrano precludere la possibilità di accordo, sulla base della proposta formulata dall’Aiea (Agenzia internazionale per l’energia atomica) il 23 ottobre. Essa prevede la cessione dell’Iran di gran parte delle sue scorte – il 75% circa – di uranio leggermente arricchito (fino al 5%) a Paesi terzi, fra cui Russia e Francia, i quali poi lo riconsegnerebbero arricchito al 20%, per uso esclusivamente civile in un reattore di ricerca medica controllato dall’Aiea. In tema di nucleare, negli ultimi giorni sono emerse voci diverse in seno al regime, ma non è stata ancora ufficializzata un risposta ai responsabili Aiea.
      
    “L’Occidente – ha detto ancora Alaeddin Borujerdi – non può imporre una scadenza e non siamo tenuti a rispettare le loro osservazioni”. Le parole dell'esponente iraniano sembrano confermare la strategia di “temporeggiamento” adottata dall’Iran. Una strategia che, a detta di analisti internazionali, serve solo a guadagnare tempo per fabbricare in gran segreto la bomba atomica. Israele mostra più di un segnale di insofferenza e si rafforza l'ipotesi di un attacco a sorpresa.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/10/2009 IRAN
    Aiea, Teheran temporeggia: risposta sul nucleare rimandata alla settimana prossima
    Il governo iraniano valuta in modo “favorevole” la proposta dell’Aiea – approvata da Stati Uniti, Russia e Francia – ma chiede “altro tempo”. Per ElBaradei un accordo porterà una “nuova era di cooperazione”. Lo slittamento dovuto o a contrasti interni alla leadership iraniana o è il tentativo di continuare in segreto il programma nucleare.

    26/07/2007 IRAN – ONU
    Teheran, il nucleare “vitale come l’aria” per il Paese
    L’Iran conferma l’intenzione di portare avanti il programma di arricchimento dell’uranio e fa il muso duro ma cerca un accordo con i rappresentanti Onu per evitare una nuova serie di sanzioni.

    01/04/2010 CINA – IRAN
    Pechino: “Sul nucleare iraniano, soluzione pacifica”
    Il portavoce del ministero degli Esteri Qin Gang sottolinea: “Sì ai colloqui con il 5+1, ma privilegiamo la diplomazia alle sanzioni”. E oggi a Pechino arriva il capo negoziatore per il nucleare di Teheran.

    22/02/2012 IRAN – ONU
    Aiea: fallite le trattative sul nucleare iraniano
    Teheran ha negato l’autorizzazione ai tecnici dell’agenzia Onu, chiamati a ispezionare un sito a sud della capitale. Il direttore generale manifesta “disappunto” ed esclude nuovi colloqui a breve. L’inviato iraniano parla di incontri “intensi” che continueranno in futuro. Pochi i progressi ottenuti sinora.

    31/01/2006 ONU - IRAN
    Usa, Russia, Cina e Ue hanno deciso: "L'Aiea deferisca l'Iran"

    I ministri degli Esteri dei cinque Paese membri permanenti del Consiglio di sicurezza più la Germania lo hanno annunciato ieri con un comunicato congiunto, il primo sulla questione. Cina e Russia "si sono allineate". Tehran deve "interrompere ogni attività relativa al nucleare".





    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®