27/10/2015, 00.00
AFGHANISTAN – PAKISTAN
Invia ad un amico

Terremoto in Asia del Sud: 275 le vittime accertate, più di 2mila feriti

Il sisma di magnitudo 7,5 ha colpito il confine fra Afghanistan e Pakistan. Gli effetti reali nelle zone montuose dell’Hindu-Kush sono ancora sconosciuti: per i soccorritori è molto difficile arrivarci. Confermata la morte delle 12 studentesse di Taluqan: “Schiacciate sotto i piedi dei compagni che cercavano di fuggire”.

Kabul (AsiaNews/Agenzie) – Il sisma che ha colpito ieri la zona di confine fra Afghanistan e Pakistan ha provocato almeno 275 vittime accertate e più di 2mila feriti. La conferma viene dalle autorità di Kabul e Islamabad: la maggior parte delle vittime è pakistana. Il presidente afghano Abdullah Abdullah, esprimendo “cordoglio per la perdita di così tante vite”, ha aggiunto che la scossa “è la più forte degli ultimi decenni”. Il governo, ha sottolineato, “sta lavorando per portare assistenza a chi è stato colpito”.

La zona che ha avuto più danni è quella del Pakistan settentrionale, con 214 morti accertati. Nella sola provincia del Khyber Pakhtunkhwa vi sono stati 179 decessi: sempre qui altre 1.800 persone sono rimaste ferite. Il governo pakistano ha sottolineato che il primo soccorso “andrà avanti senza sosta” e che la priorità “è salvare vite umane”. La Mezzaluna Rossa pakistana ha inviato diverse squadre nell’area.

Il governo afghano ha inoltre confermato la tremenda sorte di 12 studentesse di una scuola media di Taluqan, che “sono morte schiacciate dai piedi dei loro compagni che cercavano in tutti i modi di fuggire dall’edificio”.

Il terremoto ha avuto origine nella zona montuosa dell’Hindu-Kush, a una profondità di 213,5 chilometri dalla superficie terrestre. Le operazioni di soccorso sono complicate proprio dalla conformazione geografica dell’area, una delle meno sviluppate dell’Afghanistan e quella con meno mezzi di comunicazione. Secondo un funzionario della provincia nord-orientale di Badakhshan, le squadre “non arriveranno nelle aree colpite prima della serata di oggi [27 ottobre ndr]”.

I governi di India, Iran e le Forze armate americane di stanza in Afghanistan hanno offerto il proprio aiuto, ma Kabul e Islamabad per il momento non hanno richiesto assistenza esterna. Il sisma è stato avvertito anche in India: gli abitanti di Delhi sono scesi in strada a migliaia mentre i palazzi tremavano. Persino alcuni edifici di Dushanbe, capitale del Tajikistan, risultano oggi danneggiati dal sisma. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Terremoto colpisce Pakistan, India ed Afghanistan
08/10/2005
Afghanistan, morti e feriti per un sisma che scuote anche India e Pakistan
26/10/2015
Croce rossa: aiuti a un milione di alluvionati pakistani prima dell’inverno
04/10/2010
Forte scossa di terremoto in Indonesia. Allarme tsunami rientrato
12/02/2009
Terremoto nel Gansu, sale il numero delle vittime
23/07/2013