11/06/2018, 14.32
FILIPPINE
Invia ad un amico

Ucciso il terzo sacerdote in sei mesi. P. Re: ‘Non abbiamo paura. La missione va avanti’

L'assassinio di p. Richmond Nilo si aggiunge a quelli di p. Mark Ventura, il 29 aprile scorso, e p. Marcelito Paez, il 4 dicembre 2017. Dall’inizio del 2018, i preti cattolici uccisi nel mondo sono 18, ovvero una media di uno ogni 9 giorni.

Manila (AsiaNews) – P. Richmond Nilo, della diocesi di Cabanatuan (Nueva Ecija), è stato ucciso ieri sera mentre si apprestava a celebrare la messa nella cappella di Mayamot, quartiere della città di Zaragoza. Le prime indagini rivelano che i responsabili dell’omicidio sono due persone non ancora identificate. Attraverso una finestra, esse hanno esploso i quattro colpi di arma da fuoco che hanno colpito a morte p. Nilo, prima di fuggire a bordo di un’autovettura.

“Non abbiamo paura. La missione va avanti”. È quanto afferma ad AsiaNews p. Giovanni Re, missionario del Pontificio Istituto Missioni Estere (Pime) nelle Filippine, l’indomani dell’uccisione nel Paese del terzo sacerdote da dicembre 2017.

“La notizia dell'assassinio di p. Richmond Nilo ci ha colti di sorpresa. Non abbiamo idea di cosa possa aver motivato questo omicidio, né di chi possa averlo comandato”, afferma p. Re. “Le dinamiche non sono ancora chiare – prosegue – Tuttavia, questa serie di omicidi dimostra che qualcuno prova del risentimento nei confronti della Chiesa, in particolare dei sacerdoti. Al momento noi [missionari] non proviamo paura per le nostre vite. Forse, sono soprattutto i sacerdoti diocesani a sentire una maggiore pressione. Aspettiamo che emergano le vere ragioni di queste uccisioni. Il presidente Duterte ha più volte lanciato accuse su presunti coinvolgimenti di sacerdoti in questioni legate a sesso e denaro. Qualcuno sostiene che questo possa aver contribuito a creare un clima di odio che sfocia negli omicidi”.

L'assassinio del 40enne p. Nilo segue le uccisioni di p. Mark Ventura a Gattaran (Cagayan), il 29 aprile scorso, e p. Marcelito Paez a Jaen (Nueva Ecija), il 4 dicembre. Intervistato da AsiaNews in occasione dell’omicidio di p. Ventura, un missionario locale aveva espresso timori per l’incolumità dei sacerdoti e di tutti i religiosi e religiose impegnati per i diritti delle minoranze tribali e dei lavoratori. “Sembra di essere tornati ai tempi della dittatura del presidente Marcos”, aveva detto.

Dall’inizio del 2018, i preti cattolici uccisi nel mondo sono 18, ovvero una media di uno ogni 9 giorni. I due anni più tragici dal 2010 ad oggi sono il 2013, con 20 sacerdoti uccisi, ed il 2010 con 19, incluso mons. Luigi Padovese ucciso in Turchia. Negli ultimi otto anni, il totale dei sacerdoti assassinati è 125.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Tuguegarao, l’arcidiocesi chiede indagini rapide sull’assassinio di p. Ventura
30/04/2018 13:07
Cagayan, assassinato p. Mark Ventura, difensore dei tribali contro le miniere
29/04/2018 18:55
Migliaia di cristiani e musulmani al funerale di p. Roda, ucciso mentre pregava
23/01/2008
Il cordoglio del Papa per la morte del missionario ucciso a Mindanao
19/01/2008
Arrestato l’assassino del missionario indonesiano
03/04/2007