03 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 12/05/2006, 00.00

    VIETNAM

    Un altro cristiano è morto per maltrattamenti nelle carceri vietnamite



    E' un montagnard di 62 anni. Almeno 350 montagnard sono oggi detenuti e maltrattati. Il Governo reprime con minacce e carcere ogni richiesta di maggiore libertà e pluralismo politico e sindacale.

    Washington (AsiaNews/agenzie) – Un altro cristiano è morto nelle prigioni vietnamite, per i maltrattamenti subiti. Il Governo si apre al commercio mondiale ma mantiene una politica di rigida repressione di diritti e libertà politica e religiosa.

    Siu Liul, 62 anni, è morto il 24 aprile – riferisce l'International Christian Concern, gruppo per la tutela dei diritti umani - per la mancanza di cibo e acqua e le torture. Il montagnard del villaggio di Ploi Kueng, comune di Habong distretto di Cu Se provincia Gia Lai, dal 2004 era nel carcere della città di Ha Nam, dove è stato sepolto perché la famiglia non ha i soldi per pagare il trasporto fino al villaggio. Altri montagnard sono morti prima di Siu Liul nelle brutali prigioni vietnamite nelle quali ora ci sono almeno 350 cristiani.

    Il Vietnam vuole entrare nell'Organizzazione mondiale del commercio, ma – denuncia il gruppo per la tutela dei diritti Human Rights Watch (Hrw) - prosegue le sistematiche violazioni dei diritti umani e della libertà religiosa. Rifiuta al Comitato per i diritti umani della Nazioni Unite l'incontro con i prigionieri di coscienza. Ad aprile, subito prima dell'inizio del 10mo Congresso nazionale del Partito comunista, centinaia di persone – sacerdoti cristiani, monaci buddisti, professionisti, ex comunisti, ex detenuti, professori e altri - hanno firmato un documento per chiedere il rispetto dei diritti umani fondamentali, un sistema politico multipartitico, sindacati indipendenti e la libertà di religione e di associazione politica. "In Vietnam la semplice firma di questo documento – osserva Brad Adams, direttore di Hrw per l'Asia – causa un'indagine di polizia e spesso la carcerazione".

    La polizia, infatti, ha subito fermato e interrogato molti dei firmatari, tra i quali lo scrittore Do Nam Hai, il sacerdote mennonita rev. Nguyen Hong Quang e l'avvocato Nguyen Van Dai.

    Chi usa internet per criticare il Governo o invocare la democrazia è imprigionato in forza di leggi poco chiare a tutela della "sicurezza nazionale". Dissidenti sono stati condannati ad anni di carcere per crimini di spionaggio o per "violazione della sicurezza nazionale".

    "Il Vietnam non può ottenere legittimazione internazionale – prosegue Adams – se continua a impedire diritti umani, pluralismo politico e libertà religiosa". Oggi gli Stati Uniti lo considerano un "Paese di speciale preoccupazione" per le violazioni della libertà religiosa. Occorre – conclude – che il Governo rispetti queste libertà, se vuole ottenere maggiore credibilità internazionale. (PB)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/06/2005 VIETNAM-USA
    Il premier vietnamita a Wall Street, cuore del capitalismo
    Phan Van Khai ha visitato ieri la sede di New York della Borsa. La visita è stata duramente contestata dalla comunità vietnamita americana.  

    16/05/2006 VIETNAM - STATI UNITI
    Gli Stati Uniti d'accordo per il rapido ingresso del Vietnam nell'Omc

    Entro giugno atteso un accordo commerciale. Atteso l'ingresso entro il 2006. Ma il Paese dovrà impegnarsi a combattere la burocrazia e la diffusa corruzione. Il problema del rispetto dei diritti umani.



    14/11/2006 VIETNAM – STATI UNITI
    Gli Usa tolgono il Vietnam dai Paesi "di speciale preoccupazione" nella libertà religiosa

    Secondo fonti di AsiaNews, tuttavia, la libertà religiosa è ancora in molti casi inesistenti o comunque condizionata dall'approvazione dei funzionari locali. Hanoi applaude, ma critica i parlamentari americani che non hanno riconfermato l'accordo economico bilaterale.



    09/05/2006 VIETNAM - STATI UNITI
    Il Vietnam negozia con gli Stati Uniti il suo ingresso nell'Omc

    Washington chiede un maggior adeguamento delle leggi vietnamite a quelle dell'Omc. C'è la volontà di consentire l'adesione entro il 2006.



    18/04/2005 vietnam
    Vietnam, continua la repressione contro i montagnard
    Confermata in appello la pena a 3 anni al pastore mennonita Nguyen Hong Quang, impegnato per la libertà religiosa e i diritti umani.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa Francesco ai giovani: L’amore “concreto”, non da telenovela, è la carta d’identità dei cristiani



    Nel Giubileo dei ragazzi e ragazze, papa Francesco pronuncia un’omelia fatta di domande e risposte ai 70mila presenti.  I grandi ideali dell’amore come dono di sé, l’affettività come “voler bene senza possedere”; la libertà come “dono di poter scegliere il bene”. “Guai a un giovane che non osa sognare. Se uno alla vostra età non sogna, se n’è già andato in pensione!”. Le offerte raccolte per l’Ucraina. L’appello per i vescovi e i sacerdoti rapiti in Siria.


    IRAN
    La strana alleanza fra gli Stati Uniti e i fondamentalisti iraniani

    Bernardo Cervellera

    Washington blocca ancora l’uso del dollaro nelle transazioni bancarie, fermando i nuovi contratti economici stabiliti dopo l’accordo sul nucleare. Gli Usa sembrano dare man forte a Khamenei e alle guardie della rivoluzione, che vogliono affossare l’accordo per mantenere il potere. La popolazione sopravvive con i doppi e tripli lavori. L’Iran instabile e bellicoso accresce la vendita di armi. Il reportage.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®