2 Aprile 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 13/01/2007
VIETNAM
Una scuola per i bambini di Bao Loc
di JB. Vu
I giovani della diocesi di Da Lat organizzano nel villaggio di Bao Loc corsi di lingue e matematica ed hanno sensibilizzato la comunità sull’importanza degli studi scolastici. Prevista la costruzione di una biblioteca.

Bao Loc (AsiaNews) – Un gruppo di volontari della diocesi di Da Lat, hanno organizzato corsi di studio nel villaggio di Bao Loc, a circa 100 chilometri da Dalat City, nel sud del Paese e stanno cercando di crearvi una biblioteca.
 
Uno di loro, Nguyen, racconta ad AsiaNews:”Abbiamo incontrato la gente della comunità ed abbiamo studiato i loro bisogni. Sono molto poveri e non possono permettersi di mandare i loro bambini a scuola. Abbiamo così organizzato un piccolo periodo di lezioni scolastiche, invitando la gente e le autorità a prendere parte all’iniziativa. L’educazione è necessaria per le persone del villaggio; è importante per loro anche la presenza dei rappresentanti locali del governo.
 
Casim, una giovane volontaria della minoranza etnica H’Mong, ha presentato un progetto per lo sviluppo della comunità realizzato dopo i suoi studi alla diocesi di Ho Chi Minh City. “La scorsa settimana – dice - abbiamo radunato 8 ragazzi della comunità affinché ci aiutassero a portare ai corsi 80 bambini”. “ Li abbiamo poi divisi in gruppi di 20 ed abbiamo attivato corsi di matematica, di lingua inglese e vietnamita. Inoltre sono state organizzate attività sociali per ragazzi, genitori ed autorità locali”.
 
Bien, uno studente che ha aiutato Casim nell’organizzazione dei corsi, racconta: ”Attraverso le attività culturali la gente del villaggio ha capito i propri doveri verso le nuove generazioni. Se gli avessimo dato soldi, li avrebbero sperperati, quindi abbiamo preferito discutere con i ragazzi a proposito della costruzione di una biblioteca, dove possano prendere in prestito i libri da leggere e studiare. I bambini potranno così imparare a leggere, scrivere e potranno cercarsi un lavoro o lavorare nei campi dalla comunità per guadagnarsi da vivere”.
 
Than, a capo del gruppo cattolico, ha dichiarato ad Asianews:”All’inizio abbiamo dovuto far fronte a molte difficoltà, lavorando qui, ma la partecipazione della gente ed il supporto delle autorità locali hanno risolto tutti i problemi. Stiamo lavorando con 500 famiglie, il 90% delle quali sono di religione cattolica. Anche se il governo nutre ancora dubbi verso di noi, stiamo lavorando, impegnandoci con tutto il cuore e tutta la nostra fede. Dio benedica sempre la nostra missione”.

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
10/03/2009 VIETNAM
Pesante crisi del modello tradizionale della famiglia vietnamita
di J.B. VU
03/08/2007 VIETNAM
Dalat, scuole cattoliche per i bambini più poveri
di JB. VU
31/03/2008 VIETNAM
Hanoi blocca lo sviluppo delle donne e delle minoranze etniche
di Nguyen Hung
13/10/2014 VIETNAM
Biên Hòa: Ascoltando Papa Francesco, centinaia di giovani vietnamiti studiano la Bibbia
di J.B. Vu
30/06/2006 vietnam
Ho Chi Minh City, la Chiesa festeggia una nuova parrocchia dedicata ai bambini
di JB. Vu

In evidenza
IRAN
E’ ora di giungere all’accordo con Teheran, partner affidabile nella lotta contro lo Stato islamico
di Bernardo CervelleraUna bozza di accordo sul nucleare iraniano dovrebbe essere pronta per il 31 marzo. Ma i repubblicani Usa, Israele e l’Arabia saudita sono nettamente contrari. I motivi “secondari” della loro opposizione. Con Hassan Rouhani l’Iran vuole tornare nell’alveo della comunità internazionale. La funzione mediatrice di Teheran in Medio oriente. Il nunzio vaticano: “Non vi è una sola prova che l’Iran stia preparando una bomba nucleare”.
CINA-VATICANO
ULTIMO'ORA: La polizia cinese rapisce due sacerdoti a Mutanjiang
di Bernardo Cervellera
CINA-VATICANO
Niente brindisi fra Cina e Vaticano: Pechino vuole il dominio assoluto
di Bernardo CervelleraPer il Global Times (Quotidiano del popolo) alla Cina non piacciono le ordinazioni episcopali concordate, "modello Vietnam". Imbarazzo del Ministero cinese degli esteri di fronte ai mille passi della Santa Sede. La Cina vuole che il Vaticano accetti tutti i vescovi scomunicati e faccia silenzio su quelli sotterranei e imprigionati. Il caso di mons. Cosma Shi Enxiang. Senza libertà religiosa non vale la pena avere rapporti diplomatici. Lavorare per la missione e l'unità dei cattolici in Cina. Un lavoro per Xi Jinping: attuare la campagna anti-corruzione verso il ministero degli affari religiosi e l'Associazione patriottica, arricchitisi in questi decenni alle spalle dei cristiani.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate