28/05/2013, 00.00
VIETNAM
Invia ad un amico

Vesak a Saigon: buddisti e cattolici uniti per la pace e l’amicizia

di J.B. Vu
La ricorrenza che celebra la nascita del Buddha, occasione per rafforzare i legami fra le due religioni. Una delegazione cattolica, guidata dal card Phạm Minh Mẫn, ha reso omaggio alla leadership buddista locale. Pagode e templi hanno organizzato preghiere, banchetti e incontri musicali e artistici.

Ho Chi Minh City (AsiaNews) - Rilanciare la collaborazione e l'amicizia fra buddisti e cristiani, promuovendo la pace nel Paese. Con questo spirito i fedeli delle due più importanti religioni in Vietnam hanno celebrato il Vesak, che si è tenuta nei giorni scorsi in diverse nazioni asiatiche all'insegna di cerimonie, preghiere e festeggiamenti. Nel contesto della ricorrenza per la nascita del Buddha - l'equivalente del Natale cristiano - una delegazione composta da leader cattolici di Ho Chi Minh City, guidata dall'arcivescovo, ha fatto visita al Comitato esecutivo della Pagoda di An Quang, uno dei più importanti centri per l'insegnamento del buddismo in Vietnam e nel continente.

Il Vesak è una festa annuale osservata in molti Paesi - non solo a maggioranza buddista - dell'Asia del sud e del sud-est asiatico. Fra questi Nepal, Singapore, Vietnam, Thailandia, Cambogia, Sri Lanka, Malaysia, Myanmar, Indonesia, Pakistan e India. Meglio nota come "Il compleanno del Buddha", essa abbraccia in realtà i tre momenti più significativi: la nascita, l'illuminazione (Nirvana) e il passaggio (Parinirvana) del Gautama Buddha. Nel 2013 è coincisa con il 24 maggio del calendario gregoriano, 15mo giorno del quarto mese del calendario lunare cinese.

Per la ricorrenza, diverse pagode e templi di Saigon hanno organizzato feste e celebrazioni speciali fra cui preghiere, mostre, banchetti con l'esposizione di opere d'arte, eventi musicali e testi scritti a mano. Il culmine dei festeggiamenti il 24 mattina, con una preghiera collettiva alla Phap Lam Pagoda, cui hanno partecipato almeno 10mila fedeli. Fra questi il signor Nguyen, buddista, che ha rivolto una speciale orazione "per la mia famiglia e a me stesso, perché possa sempre essere in salute".

In precedenza una delegazione di leader cattolici, guidati dal card Jean Baptist Phạm Minh Mẫn, ha reso visita alle massime cariche del buddismo locale. Ad accompagnare il porporato e arcivescovo di Saigon vi erano sacerdoti e responsabili del dialogo interreligioso locale e nazionale. Il card. Phạm Minh Mẫn ha espresso "compiacimento e soddisfazione" per le celebrazioni legate al Vesak, confermando il sentimento di amicizia e rispetto alla comunità buddista vietnamita. Egli ha infine auspicato che la Chiesa cattolica e la Chiesa buddista continuino a promuovere legami dettati da "cooperazione e amicizia". Un auspicio raccolto e rilanciato anche dal venerabile Trich Tri Quang, figura carismatica del buddismo in Vietnam. 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Per il Vesak, Hanoi aumenta i controlli e minaccia i monaci “non ufficiali”
04/05/2012
Bangladesh, la Pasqua torna festa nazionale
19/04/2019 11:54
Card. Ranjith boccia il governo dopo i massacri: Agisca, o si rischia di farsi giustizia da soli
30/04/2019 14:42
Cattolici e buddisti coreani: “Vesak”, impegno comune per riconciliazione e dialogo
13/05/2011
I Cristiani devono partecipare al “Vesak” buddista, per la riconciliazione etnica
11/05/2011