13/04/2019, 10.28
LAOS-USA
Invia ad un amico

Vientiane arresta tre cittadini Usa: distribuivano materiale sul cristianesimo

Wayne, Autumn e Joseph sono detenuti in albergo da sei giorni. L'ambasciata statunitense in Laos è stata informata ed è stata coinvolta nel caso. Un gruppo cristiano locale sta cercando di aiutare i tre. Le autorità del Paese buddista considerano il cristianesimo una “religione straniera”. Il governo non intrattiene relazioni diplomatiche con la Santa Sede.

Vientiane (AsiaNews/Rfa) – Le autorità del Laos hanno arrestato tre cittadini statunitensi nel distretto di Sing (provincia di Luang Namtha) per aver distribuito bibbie e altro materiale evangelico (protestante).  Lo denuncia Vision Beyond Borders (Vbb), un’organizzazione cristiana con sede negli Usa.

Identificati dalla loro organizzazione solo con i loro nomi, Wayne, Autumn e Joseph si ritiene siano detenuti in albergo da sei giorni, dopo aver visitato i villaggi nel nord del Laos per distribuire il materiale religioso. “Sembra che gli interrogatori stiano procedendo lentamente. [Agenti di polizia] Li hanno portati in una stanza e hanno detto loro che sarebbero tornati in 10 minuti, ma sono spariti per quattro-cinque ore”, dichiara Eric Blievernicht, Responsabile delle operazioni di Vbb.

Blievernicht afferma di essere a conoscenza del fatto che l'ambasciata statunitense in Laos è stata informata ed è stata coinvolta nel caso; aggiunge che solo i tre americani sono stati arrestati e che tra loro non vi sono laotiani. Un portavoce del Dipartimento di Stato Usa ha comunicato ieri sera di poter “confermare la detenzione temporanea e il successivo rilascio di tre cittadini statunitensi a Luang Namtha, in Laos”.

Un funzionario del dipartimento di polizia di Luang Namtha conferma che i tre sono stati arrestati ma nega che siano detenuti. “Quello che sappiamo su questi tre individui è che non sono in custodia. I loro passaporti sono stati appena confiscati”, riferisce.

Un gruppo cristiano locale sta cercando di aiutare i tre. “Siamo appena venuti a conoscenza del fatto e stiamo viaggiando verso la provincia di Luang Namtha per assistere questi tre americani”, dichiara sotto anonimato il leader di una chiesa di Vientiane.

Sebbene la Costituzione del regime comunista laotiano dichiari di tutelare la libertà di religione, le autorità del Paese buddista considerano il cristianesimo una “religione straniera”. In Laos, quella cattolica è una piccola minoranza: i suoi fedeli sono circa 45mila e rappresentano lo 0,7% dei 7,1 milioni di abitanti del Paese. La situazione della Chiesa in Laos rimane delicata, poiché il governo esercita un rigoroso controllo sulle religioni e non intrattiene relazioni diplomatiche con la Santa Sede. I difficili rapporti tra Chiesa e Stato si accentuano soprattutto nei governi locali e cittadini.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Invitano pastore per Natale, ancora detenuti cinque protestanti
02/02/2018 08:48
Arrestati due cristiani nella provincia di Savannakhet
18/08/2006
Cristiani perseguitati, in Laos ancora violazioni alla libertà religiosa
15/03/2012
Laos, allarme per la vita di due pastori protestanti in carcere da sei mesi
12/07/2011
Cristiani in Laos: epurazioni e arresti per chi pratica la fede
26/06/2012