05/02/2019, 12.29
VIETNAM
Invia ad un amico

Vietnam in festa per il Capodanno. A Thanh Hóa, i cattolici lo trascorrono tra gli ultimi

di Thanh Thuy

Tutte le parrocchie della diocesi hanno preso parte ad iniziative caritatevoli e sociali. Dal coro della cattedrale e dalla comunità cattolica di Ba Làng programmi dedicati ai tribali. La chiesa di Mỹ Điểm e la Legio Mariae uniscono le forze contro la solitudine di anziani e disabili.

Hanoi (AsiaNews) – Raccogliendo l’invito del loro vescovo, mons. Joseph Nguyễn Đức Cường, sacerdoti e fedeli della diocesi centro-settentrionale di Thanh Hóa (nell’omonima provincia) scelgono di festeggiare il Tết (il Nuovo Anno lunare) insieme alle persone meno fortunate: lavoratori migranti, poveri e disabili. Nel territorio della diocesi, questi sono decine di migliaia. Per questo, mons. Cường – che si è insediato a vescovo di Thanh Hóa lo scorso 27 giugno – è solito rivolger loro una particolare attenzione. Seguendo il suo esempio, tutte le parrocchie della diocesi hanno preso parte ad iniziative caritatevoli e sociali per servire gli ultimi anche nei giorni della tradizionale festa, che coinvolge tutto il Paese.

Su invito del vicario p. Joseph Phạm Văn Định, alla vigilia del Capodanno mons. Cường ha celebrato una messa per i venditori ambulanti della parrocchia di Ngọc Đỉnh. La chiesa conta 2.076 fedeli, il 90% dei quali svolge questa professione. Terminata la funzione, il presule ha distribuito “denaro di buon auspicio” agli anziani presenti e ringraziato le autorità del comune di Hoàng Hà (distretto di Hoằng Hóa) per la loro partecipazione.

In questi giorni, i tribali di etnia H'mong che vivono nel distretto di Mường Lát hanno beneficiato della solidarietà offerta dalla parrocchia di Ba Làng. Il vicario, p. Joseph Trịnh Văn Phiên, e 30 membri delle associazioni cattoliche locali hanno organizzato per loro il programma “Portare il Tết alle minoranze delle montagne”, che ha avuto luogo nel villaggio di Pa Púa Village, nei pressi di Trung Lý. “Abbiamo preparato 300 regali per i tribali della minoranza H'mong”, racconta ad AsiaNews uno dei parrocchiani di Ba Làng. “Non è stato facile raggiungere il villaggio per consegnarli, ma il significato del dono è più importante. È stata una grazia di Dio poterci conoscere, parlare e condividere le difficoltà della vita di tutti i giorni. La gioia dell’incontro ha cancellato ogni fatica”.

Il Coro Cecilia, formazione canora della cattedrale di Thanh Hóa, è stato protagonista dell’iniziativa “Tết con i poveri”. Cantanti e musicisti si sono recati nei villaggi di Vui e Cốc, remoti villaggi di montagna situati nei pressi dei comuni di Thanh Xuân e Hồi Xuân (distretto di Quan Hóa). Qui vivono tribali Kinh, Mường e Thái. Il Coro ha consegnato doni a 60 famiglie, prima di esibirsi in canti e musiche gioiose.

Nel distretto di Hậu Lộc, la parrocchia di Mỹ Điểm e l’organizzazione Legio Mariae hanno unito le loro forze per combattere la solitudine di anziani e disabili, la maggior parte dei quali non cattolici. Accompagnati da p. Joseph Phạm Văn Nhân, volontari e benefattori li hanno visitati in diverse località, portando loro regali e sostegno spirituale. La signora Đinh Thị Khuyên, che vive nel villaggio di Lam Thượng (comune di Thuần Lộc) si dichiara commossa e afferma: “P. Nhân e le associazioni cattoliche hanno prestato attenzione ai poveri nei giorni di vacanza ed hanno distribuito riso alle persone più in difficoltà. Grazie a questo gesto, la nostra vita è meno dura. Soprattutto, sentiamo che abbiamo ancora molte persone che ci amano e che si preoccupano per noi”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Iniziano i festeggiamenti per l'Anno del Gallo
07/02/2005
Tết a Saigon: l’impegno della Chiesa per gli studenti poveri
10/02/2016 15:16
Phan Thiết, i cattolici festeggiano il Nuovo anno con le famiglie povere
22/02/2018 12:38
Ho Chi Minh City: studenti cattolici fuori sede festeggiano il Tet lontano dalla famiglia
16/01/2010
Hanoi: migliaia di buddisti in pagoda contro la malasorte (Foto)
13/02/2019 11:55