26/02/2019, 15.36
VIETNAM
Invia ad un amico

Volontari di Caritas Hanoi contro le disuguaglianze sociali

di Thanh Thuy

Disoccupazione, inquinamento e carenza di cibo affondano le persone in una vita di miseria. Nella capitale, i cattolici sono poco più di 314mila, il 3,7% della popolazione cittadina. Il braccio umanitario della Chiesa conta 20mila membri. Il loro impegno per malati, anziani, disabili e bambini è riconosciuto persino dal governo.

Hanoi (AsiaNews) – Ogni volontario della Caritas “è tenuto ad impegnarsi, con fervore ed efficacia, in iniziative a scopo sociale e benefico per contrastare le disuguaglianze sociali”. Lo afferma mons. Thomas Vũ Đình Hiệu, vescovo di Bùi Chu e presidente del Comitato dei vescovi vietnamiti per le attività caritatevoli e sociali (Ủy ban Bác ái Xã hội), Caritas Vietnam.

Nel suo ultimo incontro ad Hanoi con i membri dell’organizzazione, il presule sottolinea che “nel Vietnam di oggi, il divario tra i ricchi ed i poveri è sempre più ampio”. “L’economia – afferma – cresce ma resta instabile. La disoccupazione, l’inquinamento ambientale e la carenza di cibo fanno sprofondare molte persone in una vita di miseria. È dunque necessario rispondere alla chiamata dell’amore di Gesù e seguire le orme degli Apostoli, per portare la Buona Novella nelle periferie così come nelle grandi città”.

Tra queste vi è Hanoi, città sotto il dominio del Partito comunista da 64 anni. La presenza della Chiesa risale a 400 anni fa ma i cattolici sono poco più di 314mila, ovvero il 3,7% della popolazione cittadina. La diocesi della capitale conta 29 parrocchie, da cui provengono i circa 20mila membri di Caritas Hanoi.

Il braccio umanitario della Chiesa locale si distingue per l’impegno nei confronti di malati, anziani, disabili e bambini, al punto che sul sito internet del Comitato governativo per gli Affari religiosi, il dott. Phạm Huy T. ha scritto: “I cattolici che vivono nella capitale hanno contribuito a definire l’Hanoi di ieri e di oggi. Questa tradizione caritativa è costruita mano nella mano da entrambe le comunità di cattolici e non cattolici”.

Tra le ultime iniziative attuate da Caritas Hanoi vi è un programma gratuito di chirurgia vitreo-retinica, di cui in questi giorni hanno beneficiato 250 persone povere. Più di recente, in occasione del Capodanno lunare, i volontari hanno organizzato una festa per 300 bambini della minoranza etnica Mường che frequentano le parrocchie di Mường Riệp, Mường Đốn, Mường Cắt, Mường Riệc, Lạc Sơn e Hòa Bình.

Caritas Hanoi rivolge particolare attenzione agli studenti, soprattutto a quanti raggiungono la capitale dalle regioni rurali del Paese. A loro l’organizzazione ha destinato diversi “lưu xá” (piccoli ostelli). Al momento hanno aderito al progetto 1.328 volontari provenienti da tre parrocchie: Lưu Xá, Mỹ Thượng e An Hòa.

I membri di Caritas Hanoi hanno infine raccolto fondi per costruire alcune “case della compassione”, dove vivono diverse tra le famiglie più disagiate della città. Grazie anche al sostegno di Lê Hùng Đức, presidente dell’associazione Weelchair of Love, queste hanno ricevuto in dono circa 200 sedie a rotelle.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Tiền Giang, polizia e teppisti ostacolano la carità dei cattolici verso i reduci del Sud
04/12/2019 12:52
Vinh, festa per i disabili in ogni provincia della diocesi
19/11/2018 10:32
Labuan Bajo, l’ospedale St. Joseph aprirà grazie ad un concerto di beneficenza (Foto)
15/01/2020 14:41
Il card. Suharyo ai cattolici di Jakarta: ‘La compassione rende il mondo migliore’ (Foto-Video)
04/12/2019 11:19
Direttore Caritas India: L’umanità è la migliore forma di carità (Foto)
06/09/2019 12:57