08/04/2019, 11.56
INDONESIA
Invia ad un amico

Yogyakarta, croci dissacrate nel cimitero cristiano

di Mathias Hariyadi

La polizia dichiara che sono in corso indagini sull’incidente. L'episodio si aggiunge alla lunga lista di casi di intolleranza avvenuti nel capoluogo. Negli ultimi mesi, tombe cristiane vandalizzate anche a Purbayan e Magelang.

Jakarta (AsiaNews) – Due giorni fa, ignoti hanno divelto, danneggiato e dato alle fiamme diverse croci di legno presso il cimitero cristiano di Bethesda a Mrican, nella città di Yogyakarta.

Il luogo di sepoltura si trova in un’area densamente popolata, a pochi metri di distanza dall’ateneo cattolico (gesuita) Sanata Dharma e la Yogyakarta State University. Hari Yuniarto, custode del camposanto, riferisce che nei 10 anni in cui si è preso cura delle tombe, un simile atto vandalico non si era mai verificato.

La polizia dichiara che sono in corso indagini sull’incidente. Il movente resta oscuro, ma l'episodio si aggiunge alla lunga lista di casi di intolleranza che negli ultimi mesi hanno avuto luogo a Yogyakarta, capoluogo dell’omonima Regione speciale. Il territorio è governato da un monarca, nello specifico un sultano.

L’ultimo caso risale alla settimana scorsa e riguarda il pittore cattolico Slamet Jumiarto. L’uomo si era trasferito con la moglie ed i figli a Karet, nel sotto-distretto di Pleret. Il giorno seguente, il capovillaggio e la comunità locale hanno comunicato ai nuovi arrivati che avrebbero dovuto andarsene, perché solo i musulmani potevano acquistare o prendere in affitto case e terreni.

Nel dicembre 2018, i residenti di Purbayan hanno rimosso il braccio superiore della croce posta sulla tomba di Albertus Slamet Sugihardi, dopo aver comunicato alla vedova, Maria Sutris Winarni, che il cimitero era “ad uso esclusivo dei musulmani”. Per evitare tensioni con la comunità islamica, la famiglia cattolica aveva dovuto acconsentire anche a funerali in forma privata.

Alcune settimane dopo, atti vandalici contro tombe cristiane si sono verificati anche a Central Java, 30km a nord di Yogyakarta. Essi hanno riguardato diversi cimiteri di Magelang: prima quello pubblico di Giriloyo, poi i camposanti di Kiringan e Malangan. La popolazione locale riferisce che il responsabile è un uomo con disturbi mentali. In Indonesia, i procedimenti legali sono annullati dalla polizia, se l'autore di un'azione vandalica è una persona con simili patologie.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Tamil Nadu: tombe dissacrate in un cimitero cattolico (VIDEO)
21/10/2020 08:48
Java Centrale, profanati altri due cimiteri
04/01/2019 09:05
Java Centrale, profanate 11 tombe cristiane: la polizia indaga contro ignoti
03/01/2019 15:21
Karnataka: le autorità abbattono 15 croci
29/09/2020 14:47
Gli Usa chiedono a Pechino il rilascio “immediato” di avvocati e pastori cristiani
02/09/2015