Sharif ritira il partito dalla coalizione di governo a Islambad
La rottura, inattesa, col Partito popolare ha sorpreso gli ambienti politici pakistani. A dividere i partiti che hanno portato Musharraf alle dimissioni la scelta di chi dovrà divenire presidente e la questione del reintegro dei giudici allontanati dall’attuale capo dello Stato.
Islamabad (AsiaNews/Agenzie) – Nawaz Sharif ex primo ministro e leader della Lega musulmana N si è ritirato dalla coalizione di governo. Lo ha reso noto egli stesso, con un annuncio che gli ambienti politici non si aspettavano.
 
Sharif con la sua Lega faceva parte del governo di coalizione insieme con il maggioritario Partito popolare PPP di Asif Ali Zardari, vedovo dell’ex primo ministro Benazir Bhutto.
 
I due partiti che avevano collaborato alla caduta del presidente Musharraf erano entrati in contrasto su varie questioni, a partire dalla scelta di chi dovesse succedere all’ex presidente, fino al reintegro dei giudici estromessi da Musharraf.
 
Secondo analisti locali, l’uscita della Lega N non dovrebbe portare automaticamente alla convocazione di nuove elezioni, in quanto si ritiene il Patito popolare in grado di assicurare comunque la maggioranza necessaria a mandare avanti il governo.
 
PAKISTAN_-_Sharif.jpg