Il tifone Morakot colpisce Taiwan e il Fujian
Evacuate oltre 20 mila persone nel sud della Cina. Riportate al riparo più di 30 mila battelli. A Taiwan chiusa la borsa, cancellati voli e contatti navali. I venti raggiungono i 144 km all’ora e le piogge sono classificate come “torrenziali”.

Taipei (AsiaNews/Agenzie) – Oltre 20 mila persone sono state evacuate per l’arrivo del tifone Morakot nella provincia del Fujian (sud est della Cina). Più di 30 mila battelli e navi sono state richiamate per metterle al riparo nell’attesa del tifone che dovrebbe arrivare entro oggi o domani.

Stamane il tifone Morakot ha cominciato a interessare le coste sud-est di Taiwan (alle 8.00 di mattina, ora locale, era a 200 km a sud est di Yilan). Il vento si è rafforzato fino a 144 km all’ora e le piogge continuano a cadere e rinforzarsi in “torrenziali”.

A Taiwan la borsa è stata chiusa e i contatti navali con le isole Matzu sono cancellati, come pure molti voli fra Taiwan e la Cina e Taiwan e Hong Kong. Anche il treno ad altissima velocità che attraversa l’isola è bloccato a causa del forte vento.

Sulle coste del Fujian si abbattono onde di oltre 6 metri e si prevede potranno alzarsi fino a 9 metri.

In questa parte dell’anno i tifoni colpiscono con regolarità Cina, Taiwan, Filippine e Giappone, originandosi nelle acque calde dell’oceano Pacifico. Spesso, toccando terra, si indeboliscono diventando semplici tempeste tropicali.

TAIWAN_-_MORAKOT_TIPHOON.jpg