La nave iraniana per Gaza non parte più per timore di “minacce israeliane”
L’impresa sembrava difficile fin dall’inizio. La partenza è stata posposta fino alla cancellazione. La radio militare israeliana afferma che una nave iraniana sta giungendo nel mediterraneo via Mar Caspio.
Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) – I capi della nave iraniana che portando aiuti volevano forzare il blocco di Gaza hanno deciso di cancellare l’impresa a causa delle “minacce di Israele”.
 
Dopo il raid israeliano sulla flottiglia di attivisti turchi, che il 31 maggio ha portato alla morte di 9 persone e al ferimento di alcuni soldati, l’Iran aveva minacciato di inviare una nave sotto la protezione della Mezzaluna rossa per forzare il blocco via terra e via mare che dal 2007 Israele impone sulla Striscia.
 
Fin dall’inizio l’idea era sembrata difficile e improbabile. La nave doveva partire il 20 da Bandar Abbas e attraversare il canale di Suez. La sua partenza è stata ritardata fino a ieri e infine è stata cancellata. Hossein Sheikholeslam, segretario generale iraniano della conferenza per il sostegno all'Intifada palestinese ha dichiarato che gli aiuti per Gaza saranno inviati “con altri mezzi”.
 
Secondo la radio dell’esercito israeliano una nave iraniana si dirige nel Mediterraneo via Mar Caspio.
 
Israele accusa l’Iran di finanziare e armare la guerriglia di Hamas, che domina a Gaza e attua il blocco per evitare trasporti di armi. Facendo ciò esso blocca anche ogni attività economica e rifornimenti per la popolazione. Nelle ultime settimane, a causa della protesta internazionale, Israele ha allentato il blocco.
IRANIAN_SHIP_FOR_GAZA.jpg