Il dollaro scende al valore più basso da 15 anni sullo yen
La moneta Usa è scesa ieri fino a 81,37 yen, stabilizzandosi poi a 82,07. Il ministro giapponese delle Finanze dichiara di voler prendere “azioni decise” sul mercato, vendendo yen e comprando dollari. Il Fondo monetario internazionale senza una strategia per bilanciare le tensioni fra le monete.
Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – Il dollaro Usa ha raggiunto il suo valore più basso in 15 anni sullo yen, aprendo a nuove tensioni sul rapporto fra le monete. Ieri il dollaro Usa è caduto a 81,37 yen, recuperando poi a 82,07. Il valore più basso del dollaro è stato di 79,75 yen, registrato nell’aprile 1995.
 
Il basso valore del dollaro è emerso dopo la diffusione delle cifre sul lavoro negli Usa, meno positive delle attese. Yoshihiko Noda, ministro giapponese delle Finanze, ha dichiarato che il suo Paese è pronto a prendere “azioni decise”, compreso l’intervento nel mercato, per combattere I troppi guadagni della sua moneta.
 
Il mese scorso la Banca centrale del Giappone è intervenuta vendendo yen sul mercato e acquistando dollari nel tentativo di indebolire il valore dello yen sul dollaro. Uno yen forte rende più care le esportazioni giapponesi  e riduce i profitti.
 
L’incontro del Fondo monetario internazionale lo scorso weekend non ha prodotto alcuna strategia comune per affrontare gli squilibri sulle valute, col dollaro sempre meno forte, lo yuan cinese sottovalutato e lo yen rafforzato. Al raduno Tokyo è stata però criticata per i suoi interventi a favore dello yen. Noda si è difeso dicendo che l’intervento della Banca centrale il mese scorso era necessario perché il rafforzamento dello yen non rifletteva la reale economia del Paese.
YEN_DOLLAR.jpg