È morto mons. Hu Daguo vescovo sotterraneo di Shiqian
di Zhen Yuan
Il prelato, 89 anni, ha passato 33 anni della sua vita nei campi di rieducazione per la sua fede cattolica. I suoi funerali si svolgeranno il prossimo 20 febbraio a Guiyang, nella provincia di Guizhou.
Guiyang (AsiaNews) – E’ morto questa mattina mons. Augustine Hu Daguo, vescovo sotterraneo della diocesi di Shiquian, (provincia di Guizhou). Aveva 89 anni e ha passato 33 anni nei lager a causa della fede. I suoi funerali si svolgeranno il prossimo 20 febbraio a Guiyang, capoluogo del Guizhou.

Un cattolico sotterraneo di Shiqian, racconta ad AsiaNews che il prelato è stato un “buon pastore” e loda la sua fede e la sua lealtà alla Chiesa cattolica. Secondo il cattolico, alcuni sacerdoti della diocesi di Shiquian sono stati colpiti dalla battaglia che mons. Hu ha fatto per testimoniare Cristo in tutta la sua vita.  

Nato in una famiglia cattolica nella città di Tongzhou (Guizhou), nel 1936, mons. Hu entra nel seminario minore di Guiyang diocesi. Nel 1939 fa il suo ingresso nel seminario maggiore. Il 29 giugno 1951, viene ordinato sacerdote  della diocesi di Guiyang. Qui inizia ad insegnare nel seminario maggiore. Nel 1955, viene arrestato dalle autorità cinesi che lo accusano di aver commesso crimini controrivoluzionari. In seguito, viene  condannato alla rieducazione attraverso campi di lavoro a causa della sua fede cattolica. Nel 1982, viene liberato e inizia a insegnare nel seminario di Chengdu, ma dopo alcuni anni viene cacciato dalle autorità a causa della sua fedeltà al papa. Nel 1987 è stato ordinato vescovo clandestino da mons. Giuseppe Fan Xueyan di Baoding. Da allora ha sempre guidato la comunità sotterranea di Shiqian.

CHINA_Hu_bishop_(585_x_600).jpg