Singapore, la metropoli “più verde” dell’Asia
di Jeremy Lim
La città-Stato vanta “obiettivi ambiziosi” in tema di ambiente e un approccio “efficiente” nel perseguirli. Ha superato altre 21 metropoli ed è “ben al di sopra della media” per gestione rifiuti e uso delle risorse idriche. Ogni cittadino ha a disposizione 66 mq di area verde, contro una media di 39 mq.
Singapore (AsiaNews) – Singapore è la metropoli “più verde” di tutta l’Asia. Lo rivela uno studio commissionato dal gigante dell’elettronica Siemens e condotto da Economist Intelligence Unit (Eiu): la città-Stato trionfa in particolare per i suoi “obiettivi ambiziosi in tema di ambiente” e l’approccio “efficiente nel perseguirli”.
 
Singapore ha superato altre 21 città del continente, risultando “ben al di sopra della media” nella gestione dei rifiuti e delle risorse idriche, con una percentuale molto elevata nella raccolta differenziata e un tasso minimo di sprechi d’acqua. Jan Friederich, ricercatore di Eiu, ha spiegato al quotidiano Straits Times che la metropoli “da tempo persegue l’obiettivo della sostenibilità” e ha avviato “progetti a lunga scadenza”, perseguendo politiche che “non si trovano in altre nazioni asiatiche”.
 
Nonostante la mancanza di suolo calpestabile e una popolazione di cinque milioni di abitanti, Singapore ha saputo conservare giardini e spazi verdi all’interno dell’area urbana. Dalla ricerca emerge inoltre che ogni cittadino ha a disposizione 66 mq di area verde, superiore alla media che si attesta a 39 mq. Il governo ha anche promosso piani per il futuro, puntando entro il 2020 a indirizzare verso il trasporto pubblico il traffico della città. Per raggiungere l’ambizioso obiettivo, lo studio annuncia un raddoppio della rete metropolitana.
 
Il gruppo di Economist Intelligence Unit intende sostenere gli sforzi per la crescita di infrastrutture sostenibili, unendo lo sviluppo urbano all’eco-sostenibilità dei progetti. Lo studio rivela infine una maggiore consapevolezza dell’importanza delle tematiche ambientali in Asia. Tuttavia, al momento i tassi di inquinamento dell’aria sono superiori alle soglie stabilite dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms); le metropoli asiatiche sono inoltre invitate a sfruttare meglio le energie rinnovabili, il cui utilizzo al momento si attesta attorno all’11% del totale.
SINGAPORE_-_metropoli_verde_asia.jpg