Kathmandu, la più antica chiesa protestante demolita per facilitare il traffico
di Kalpit Parajuli
Il fatto è avvenuto lo scorso 21 luglio. Nell'edificio vi erano circa 500 persone in preghiera. Demoliti solo i muri esterni, ma vi sono danni anche nella parte interna dell'edificio.

Kathmandu (AsiaNews) - Per decongestionare il traffico, le autorità di Kathmandu demoliscono i muri esterni della più grande e antica chiesa protestante della capitale, danneggiando anche parte degli interni. La distruzione è avvenuta lo scorso 21 luglio alle 5 del mattino ed è proseguita fino all'inizio della messa, ignorando i circa 500 fedeli già accorsi in chiesa per pregare. L'operazione ha coinvolto anche diversi edifici privati distrutti, nonostante le proteste degli abitanti. Per evitare scontri con i residenti, l'amministrazione civica ha schierato centinaia di poliziotti davanti alla chiesa e alla case da demolire.  

Rajan Rai, cristiano protestante, accusa il governo della città di considerare i luoghi di culto come normali edifici, senza preoccuparsi del loro significato spirituale e storico. "Le autorità non hanno rispetto per la sensibilità religiosa - sottolinea - e ignorano quanto sia importante per noi la fede".  

Il caso ha creato tensioni fra la Kathmandu Metropolitan Development Authority (Kmda), incaricata del progetto, e i leader della chiesa protestante locale, che fino ad ora non hanno rilasciato commenti, ma secondo fonti locali denunceranno l'abuso in tribunale.

Keshav Sthapit, responsabile della Kmda, difende l'operato dell'amministrazione pubblica: "Abbiamo fatto il nostro lavoro senza pregiudizi. L'espansione del sistema viario ha colpito molti edifici religiosi e pubblici. In questi mesi, sono stati distrutti anche templi indù, uffici diplomatici stranieri e molte abitazioni private".  Il funzionario afferma che le autorità hanno aperto un'indagine sugli edifici contestati, in caso di irregolarità nelle operazioni provvederanno a risarcire i danni.

Istituito di recente per risolvere il problema del traffico e dell'inquinamento nella capitale, il progetto lanciato dalla Kmda interessa tutto il centro storico di Kathmandu, per un totale di 38 km.

In questi anni la città ha vissuto un'enorme e veloce espansione urbanistica che ha congestionato gli antichi quartieri centrali. I vicoli e le strade non sono più sufficienti a contenere il traffico - soprattutto di motocicli -  aumentato del 213%. Per i quartieri di Kathmandu viaggiano ogni giorno oltre 500mila fra motorini, moto e tricicli.

 

 

 

 

 

NEPAL_(f)_0723_-_police_guarding_demolishment_activities_infront_of_the_church_(600_x_450).jpg