Calcio femminile, il Nord batte il Sud e canta (in campo) per Kim Jong-un
di Joseph Yun Li-sun
Alla Coppa dell’Asia orientale in corso a Seoul la compagine di Pyongyang vince contro le vicine-rivali per 2 a 1. Dopo il match le giocatrici vanno a centrocampo e cantano “lodi e ringraziamenti” per il dittatore. Ma dopo applaudono anche i tifosi del Sud.

Seoul (AsiaNews) - La vittoria contro la Corea del Sud "deriva dall'amore e dalla considerazione che il Grande Maresciallo [Kim Jong-un nda] ha dimostrato nei confronti del calcio femminile. Ci stiamo allenando sempre più duramente per ripagarlo, lavoreremo sempre più sodo per portargli solo buoni risultati". Lo ha dichiarato Kim Kwang-min, l'allenatore della Nazionale nordcoreana di calcio femminile, dopo il match che ha visto la compagine di Pyongyang battere quella di Seoul per 2 a 1.

Alla fine della partita, giocata nell'ambito della Coppa dell'Asia orientale che si svolge proprio nella capitale sudcoreana, le giocatrici del Nord si sono riunite a centrocampo per cantare una canzone "di ringraziamento e lode" nei confronti del dittatore Kim Jong-un, dittatore ed erede del defunto "caro leader" Kim Jong-il. Da sottolineare il fatto che le giocatrici hanno applaudito non solo la curva con i propri tifosi, ma anche quella con i supporter sudcoreani.

Nel corso della conferenza stampa dopo la partita, Ho Eun-byol - attaccante del Nord che ha segnato i due gol - ha inoltre dichiarato: "Ho visto quanto può essere potente il nostro popolo unito. Sarebbe grandioso se potessimo scambiarci esperienza e capacità per andare insieme avanti verso la Coppa del Mondo".

 

COREA_DEL_NORD_-_Calcio_femminile.jpg