Papa: sulle "sfide pastorali della famiglia nel contesto dell'evangelizzazione" la III assemblea straordinaria del Sinodo
Annunciato oggi il tema scelto da Francesco per l'assemblea che si riunirà dal 5 al 19 ottobre 2014. In una dichiarazione, il portavoce della Santa Sede critica, senza nominarlo, il documento dell'Ufficio pastorale della diocesi di Friburgo che prevede l'ammissione ai sacramenti per i divorziati risposati: "può rischiare di ingenerare confusione".

Città del Vaticano (AsiaNews) - E' "Le sfide pastorali della famiglia nel contesto dell'evangelizzazione" il tema scelto da papa Francesco per la III Assemblea generale straordinaria del Sinodo dei vescovi, che si svolgerà in Vaticano dal 5 al 19 ottobre 2014. Nel commentare l'annuncio, dato oggi, padre Federico Lombardi,  direttore della Sala stampa della Santa Sede, ha sottolineato l'importanza della decisione del Papa di indire un Sinodo straordinario sul tema della famiglia.

"Questo - ha aggiunto - è il modo in cui il Papa intende portare avanti la riflessione e il cammino della comunità della Chiesa, con la partecipazione responsabile dell'episcopato delle diverse parti del mondo. E' giusto che la Chiesa si muova comunitariamente nella riflessione e nella preghiera e prenda gli orientamenti pastorali comuni nei punti più importanti - come la pastorale della famiglia - sotto la guida del Papa e dei vescovi. L'indizione del Sinodo straordinario indica chiaramente questa via".

"In questo contesto proporre particolari soluzioni pastorali da parte di persone o di uffici locali può rischiare di ingenerare confusione. E' bene mettere in rilievo l'importanza di condurre un cammino nella piena comunione della comunità ecclesiale".

Quest'ultima affermazione di padre Lombardi appare un riferimento a una lettera dell'Ufficio pastorale della diocesi tedesca di Friburgo che annuncia la possibilità per i divorziati risposati, nel rispetto di alcune condizioni, di ricevere i sacramenti e occupare incarichi nei consigli parrocchiali.

In proposito, rispondendo a una domanda egli ha precisato che "Non cambia nulla, non c'è nessuna novità per i divorziati risposati. Il documento proviene infatti da un ufficio pastorale locale e non investe la responsabilità del vescovo. Dunque, si tratta di una fuga in avanti, che non è ufficialmente espressione dell'autorità diocesana".

Quella indetta oggi al Papa sarà la terza assemblea straordinaria del Sinodo, dopo quelle indette nel 1969 sui rapporti tra Santa Sede e conferenze episcopali e nel 1985 nel 20mo anniversario della conclusione del Concilio Vaticano II.

F_-_famiglia.jpg