Cina, nel 2014 sono calate inflazione e produzione
In dicembre il dato inflattivo si attesta all'1,5%: un segnale della persistente debolezza dell'economia nazionale. Calano ancora, per il 34mo mese consecutivo, i prezzi alla produzione.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) - In Cina l'inflazione continua a calare, arrivando a toccare i minimi nell'ultimo quinquennio. In dicembre 2014, infatti, si è attestata all'1,5%. Pur essendo in linea con le attese, il dato segnala la persistente debolezza dell'economia cinese. Analisti sottolineano però che questo valore dà anche alle autorità locali "più spazio per una politica accomodante" che sostenga la crescita.

I dati sono stati forniti all'inizio del 2015 dall'Ufficio nazionale di Statistica cinese. Su mese l'indice dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,3%, come stimato dagli economisti. La crescita dei prezzi al consumo si era attestata al 2,6% nel 2013, registrando lo stesso livello dell'anno precedente mentre era al 5,4% nel 2011.

In flessione del 3,3% (e per il 34esimo mese consecutivo) i prezzi alla produzione; un calo, superiore alle attese e dovuto in larga parte al deprezzamento del greggio, che è il maggiore da settembre 2012.

Nel 2014 l'inflazione in Cina è stata del 2%, ben al di sotto dell'obiettivo del governo del 3,5%. L'indice dei prezzi alla produzione l'anno scorso è sceso dell'1,9%.

 

 

CINA_-_inflazione.JPG