Seoul, rimosso l’ordine di quarantena per l’ultimo caso di Mers
Dal primo contagio confermato, il 20 maggio scorso, si sono registrate 186 infezioni: di queste, 36 si sono concluse con la morte del paziente. Circa 16mila persone sono state costrette a subire la quarantena preventiva.

Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Le autorità sanitarie sudcoreane hanno confermato di aver rimosso l’ordine di quarantena domiciliare per un caso sospetto di infezione da Mers, il coronavirus noto come “sindrome respiratoria del Medio Oriente”. Per la prima volta da più di due mesi, non vi sono dunque più pazienti in isolamento per il contagio.

Il ministero sudcoreano per la Salute e il welfare aggiunge che alla data odierna (27 luglio 2015) vi sono 12 persone ricoverate per la Mers, ma spiega che “soltanto una fra queste” è fino ad ora risultata positiva al coronavirus. Secondo l’agenzia di stampa Yonhap il governo prevede di comunicare domani (28 luglio) alla popolazione che il contagio è “sostanzialmente finito”, dato che da più di tre settimane non vengono registrati nuovi casi.

Secondo gli standard dell’Organizzazione mondiale della sanità, servono però almeno quattro settimane dalla completa guarigione dell’ultimo paziente per rilasciare la dichiarazione formale della fine dell’epidemia. Dunque si dovrà attendere la fine di agosto 2015.

Dal primo caso confermato di contagio da Mers, il 20 maggio scorso, si sono registrate 186 infezioni: di queste, 36 si sono concluse con la morte del paziente. Circa 16mila persone sono state costrette a subire la quarantena preventiva. 

COREA_-_0727_-_Mers.jpg