Bangkok, il re Bhumibol festeggia 70 anni di regno in ospedale

Ad 88 anni è il monarca regnante più longevo al mondo. Molto amato dalla popolazione, è il simbolo dell’unità del Paese e protettore di tutte le religioni. Due giorni fa ha subito un intervento al cuore e la sua salute desta preoccupazione. I dubbi sulla successione.

 


Bangkok (AsiaNews) – L’intero popolo thai è in festa per celebrare i 70 anni sul trono di re Bhumibol Adulyadej, il monarca regnante più longevo al mondo. Cerimonie sono previste in tutto il Paese e hanno preso il via a Bangkok con un ufficio religioso guidato da 770 monaci buddisti (il numero è considerato di buon auspicio). Il re, 88 anni, non farà apparizione pubblica, dato che è ricoverato in ospedale dopo aver subito un’operazione al cuore due giorni fa. Da anni la sua salute preoccupa l’intera nazione.

Re Bhumibol è il simbolo di unità della Thailandia, garante della Costituzione, arbitro della politica e protettore di tutte le religioni. Anche i musulmani delle province del sud, pur combattendo il governo centrale, rispettano la sua figura e il suo essere la vera anima thai. Per proteggere il culto della sua persona vi sono alcune fra le leggi di lesa maestà più dure al mondo; tuttavia, secondo i critici esse sono state sfruttate in questi mesi dalla giunta militare al potere per reprimere il dissenso e governare col pugno di ferro il Paese. Le condanne, possono giungere fino a 15 anni in prigione.

Secondo alcuni analisti, è inevitabile che i festeggiamenti per i 70 anni del re aprano la questione sulla sua successione, motivo di tensione per il popolo thai. Il principe Vajiralongkorn, 63 anni e primo in linea di successione, non è mai riuscito a conquistare la fiducia della gente. Inoltre, negli ultimi anni si sono moltiplicate le critiche a quanti “si nascondono dietro la monarchia”, sfruttando un’istituzione “vuota” per mantenere il potere.

THAILANDIA_-_0609_-_Re.jpg