Chiesa protestante distrutta nell’Henan

I fedeli rinchiusi in un locale mentre la struttura veniva demolita da agenti governativi mascherati. Prese di mira le chiese protestanti. Timore per una campagna nazionale di abusi.


Dali (AsiaNews/Agenzie) - Nella provincia dell’ Henan una chiesa protestante è stata distrutta nella mattinata di venerdì 27 gennaio. Metà dell’edificio di quattro piani è stata demolita da una ruspa; polverizzate molte strutture mentre i cristiani sono stati rinchiusi in un ufficio all’interno della palazzina.

Assunti dal governo, all’alba degli intrusi, armati di bastoni, si sono introdotti con la forza nella Chiesa cristiana di Dali, una  comunità protestante che appartiene al Movimento delle Tre autonomie, riconosciuto dal governo. Gli aggressori hanno bloccato l’anziano direttore della chiesa, soprannominato Ding, e molti altri cristiani nella reception dell’ufficio, hanno confiscato i loro telefoni cellulari e gettato via le loro carte SIM. A nessuno è stato permesso di entrare nella chiesa e le autorità hanno proibito di scattare immagini.

Gli intrusi hanno poi distrutto e saccheggiato le proprietà della chiesa, e una ruspa ha sbriciolato circa la metà del palazzo, distruggendo molte strutture.

L’evento ha suscitato il timore che possa verificarsi su scala nazionale ciò che è accaduto nella provincia del Zhejiang, ovvero una campagna governativa di abusi e demolizioni che ha preso di mira molte comunità protestanti ufficiali con il pretesto di interventi di “abbellimento” del panorama urbano.

Dali_Church_1-27-17_combined.jpg