Bangkok, i resti di re Bhumibol trasferiti nel Gran Palazzo

Le ceneri saranno invece conservate nel tempio del Buddha di smeraldo. Il re Maha Vajiralongkorn, ha cosparso le spoglie del padre di acqua sacra. I resti sono poi stati benedetti dal Patriarca supremo buddista. Polemiche per la forma privata della cerimonia di cremazione reale.


Bangkok (AsiaNews/Agenzie) – All’indomani della solenne cerimonia di cremazione, i resti del re Bhumibol Adulyadej sono stati trasferiti oggi dal complesso del crematorio reale al Grande palazzo di Bangkok, mentre prosegue la cinque giorni di riti funebri del defunto monarca.

Il figlio di Bhumibol, il re Maha Vajiralongkorn, ha cosparso le spoglie del padre di acqua sacra (foto) durante un’austera funzione trasmessa in diretta televisiva. I resti sono poi stati benedetti dal Patriarca supremo, massima autorità dell'ordine dei monaci buddisti. Il sovrano ha riposto parti di ossa del suo predecessore in sei urne d'oro, portate in seguito al Gran palazzo, dove re Bhumibol riposava dal giorno della sua morte, lo scorso ottobre. Le ceneri saranno conservate nel tempio del Buddha di smeraldo.

Nel frattempo, in Thailandia non si placano le polemiche per la forma privata conferita alla cerimonia di ieri. Re Vajiralongkorn avrebbe dovuto accendere la pira reale in un evento che doveva essere trasmesso attraverso i media thailandesi, a chiusura di un anno di lutto per un popolo che aveva un legame intimo con il defunto re. Ma la decisione di cremare in forma privata ​​ha colto i sudditi di sorpresa. Per il pubblico, la cremazione rappresentava l’ultima occasione per salutare un monarca molto amato e considerato “padre della nazione”.

THAILANDIA_-_1027_-_Bhumibol.jpeg