Dhaka: chiuse per il coronavirus, le scuole cattoliche lanciano corsi online
di Sumon Corraya

Le lezioni sono organizzate su Facebook. Imposte misure di confinamento sociale e il blocco economico nel Paese. La Chiesa cattolica locale gestisce 1000 scuole, 17 college e un’università. I cattolici istituiscono un fondo per sostenere la lotta al coronavirus.


Dhaka (AsiaNews/Agenzie) – Alcune scuole cattoliche hanno lanciato corsi online per aiutare gli studenti durante la crisi pandemica. Tra queste, la St. Gregory’s High School & College di Dhaka organizza lezioni su Facebook. Gli insegnanti raccontano ad AsiaNews che gli studenti postano commenti entusiasti per l’esperimento. Soddisfazione è stata espressa anche dai loro genitori e dal preside della scuola, Placid Gomes.

Per contenere la diffusione del coronavirus, il governo ha imposto misure di confinamento sociale e il blocco di molte attività lavorative. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, nel Paese si registrano 4186 casi di contagio e 127 morti.

Jyoti F. Gomes, segretario del Bangladesh Catholic Education Board Trust, sottolinea che la Chiesa cattolica locale gestisce 1000 scuole, 17 college e un’università. L’80% degli studenti che frequentano questi istituti non sono cristiani.

Gomes insegna alla St. Joseph Higher Secondary School ed è convinto che i social media possano essere di grande aiuto per gli insegnanti in questo momento di crisi: “La pandemia potrebbe durare a lungo e le lezioni online ci permettono di andare avanti con il programma scolastico, rispettando allo stesso tempo il distanziamento sociale richiesto dalle autorità”.

Le istituzioni scolastiche cattoliche sono pronte anche a fornire un aiuto economico al Paese. Il card. Patrick D’Rozario, arcivescovo di Dhaka, ha annunciato che verrà creato un fondo per sostenere la lotta al coronavirus. Le risorse saranno raccolte dalle scuole e dagli istituti di credito cattolici, e consegnate alla premier Sheikh Hasina.

BD-Online_class_3.png