È morto il ‘leopardo delle nevi’: per 10 volte sull’Everest senza ossigeno

Ang Rita Sherpa aveva 72 anni. Ha conquistato il suo record nel 1996. Il suo corpo sarà cremato domani secondo la tradizione buddista.


Kathmandu (AsiaNews/Agenzie) - Ang Rita Sherpa, soprannominato “il leopardo delle nevi” per aver scalato il monte Everest per 10 volte senza alcuna bombola di ossigeno, è morto ieri all’età di 72 anni. La sua famiglia ha detto che egli aveva problemi al cervello e al fegato.

Nato nella regione himalayana, Ang Rita ha cominciato la sua carriera di ascensionista da adolescente, aiutando scalatori stranieri come portatore. In seguito egli è diventato una guida e dal 1983 al 1996 è salito sul monte Everest (8848 metri) senza ossigeno. Quest’impresa gli ha fatto conquistare il record nel Guinness dei primati nel 2017. Tale record non è stato ancora superato. Egli ha anche lavorato per progetti di conservazione e per la protezione dell’ambiente himalayano.

Il dipartimento nepalese del turismo ha detto che il contributo di Ang Rita “sarà sempre ricordato”.

Il suo corpo è stato composto in un monastero a Kathmandu e sarà cremato domani, secondo la tradizione buddista. Ang Rita lascia una figlia e due figli.

NEPAL-angrita.jpg