Esce nelle sale un film cattolico sull'Aids in stile Bollywood

La pellicola mira a sensibilizzare sulla lotta all'Aids e sull'armonia interreligiosa.


New Delhi (AsiaNews/Agenzie) – È uscito oggi in India il primo film prodotto dalla Chiesa cattolica. La pellicola, in indi, è finanziata dall'arcidiocesi di New Delhi e mira a sensibilizzare sul problema dell'Aids e delle violenze interreligiose. Si intitolata "Aisa Kyon Hota Hai" (Perché succede?) ed è realizzato sul modello del cinema di Bollywood, con musica e danze.

Ad avviare il progetto più di un anno fa è stato p. Dominic Emmanuel, direttore del Dipartimento comunicazioni e informazioni dell'arcidiocesi di Delhi; con lui hanno collaborato numerose organizzazioni di volontari e gruppi cattolici.

In molti considerano il film un grande salto per la Chiesa nel campo delle comunicazioni: il mezzo usato, il cinema, e la formula, quella del musical, sono familiari e facilmente comprensibili agli spettatori.

Il film contiene cinque scene di musica e danza e da oggi sarà visibile in tutti i teatri del Paese. Protagonista della storia, un'eroina di Bollywood, Rati Agnihotri; l'attrice interpreta una madre, che cresce da sola il figlio.

"Aisa Kyon Hota Hai" mette in luce il valore della fedeltà coniugale come spunto per parlare della lotta all'Aids. Secondo statistiche ufficiali, l'India ha 5 milioni di siero positivi.

Il film lancia anche il messaggio dell'armonia interreligiosa in un Paese che ha vissuto duri scontri tra indù e musulmani e dove cresce la violenza contro i cristiani.

5423_india (95 x 120).jpg