Seoul, Covid-19: tutti i contagi sono da variante Delta

Lo ha riferito oggi la Korea Disease Control and Prevention Agency. Quasi l’80% della popolazione ha ricevuto una dose di vaccino. Dal mese prossimo verranno rimosse le misure di distanziamento.


Seoul (AsiaNews/Agenzie) - La scorsa settimana in Corea del Sud sono stati rilevati 3.245 casi della variante Delta del coronavirus. Lo ha riferito oggi la Korea Disease Control and Prevention Agency (Kdca), specificando che al momento questo è il ceppo di virus più diffuso nel Paese e la ragione per cui le autorità sanitarie hanno difficoltà a contenere i contagi. Tuttavia la Kdca ha aggiunto che i casi giornalieri di virus tendono a fluttuare a seconda del numero di tamponi, che in genere sono minori durante i fine settimana o i periodi di vacanza. 

L’ultimo picco di infezioni si è avuto nella capitale Seoul e nelle zone limitrofe. Oggi il Paese ha riportato 1.571 nuovi casi, alzando il numero totale a oltre 346mila.

Per il 12° giorno consecutivo le nuove infezioni sono rimaste sotto le 2mila unità, dopo che a fine settembre si erano registrate più di 3.200 positivi in un giorno. Grazie alla campagna vaccinale i casi hanno cominciato a scendere: al momento il 67% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale e quasi l’80% ha ricevuto la prima dose. A luglio i vaccinati, invece, erano appena il 10%.

Nei giorni scorsi il governo sudcoreano ha introdotto uno schema di “convivenza con il Covid-19”: fino a fine mese si potranno incontrare tra le 8 e le 10 persone solo se completamente vaccinate: si prevede poi che le restrizioni vengano rimosse del tutto.

1440x810_cmsv2_e853fd51-41ca-55b9-966d-10d86e9fea10-6019074.jpg