Afghanistan, i talebani vietano i matrimoni forzati ma non citano i diritti delle donne

Le altre notizie del giorno: la Cina sostiene la proposta di una dichiarazione di fine formale della guerra di Corea; in Asia centrale si diffonde la pratica del talak; una cantante thailandese sta affrontando critiche per il coinvolgimento del padre nelle proteste del 2013.


ASIA CENTRALE

Nei paesi dell’Asia centrale si sta diffondendo sempre più la pratica del talak, il divorzio secondo i canoni dell’Islam, che può essere dichiarato dal marito anche senza mettere al corrente la moglie. Oggi tale pratica può essere attivata semplicemente con una telefonata, un sms o un tweet.

AFGHANISTAN

I talebani hanno emesso un decreto con cui vietano i matrimoni forzati, affermando che le donne non dovrebbero essere considerate una "proprietà". L’annuncio è stato dato da Hibatullah Akhunzada, il quale non ha citato un’età minima per il matrimonio, né il diritto allo studio o al lavoro femminile.

LIBANO

Il ministro dell’Informazione libanese George Khordahi, le cui critiche alla campagna militare guidata dai sauditi in Yemen contro i ribelli Houthi hanno scatenato una crisi diplomatica, ha annunciato le sue dimissioni.

INDONESIA

Attraverso una joint venture con gruppi indiani e francesi, l’Indonesia vuole sviluppare l'aeroporto internazionale di Kualanamu nella provincia di Sumatra settentrionale. La Angkasa Pura Aviasi metterà in atto una "partnership strategica" di 25 anni del valore di 6 miliardi di dollari. Jakarta vuole rivaleggiare con l'aeroporto Changi di Singapore e l'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur.

THAILANDIA

La cantante thailandese Sitala Wongkrachang ha deciso che pubblicherà il suo primo album in Corea del Sud. Alcuni stanno cercando di boicottare l’uscita del nuovo disco a causa del coinvolgimento del padre nelle proteste contro il governo di Yingluck Shinawatra nel 2013 che hanno poi permesso il colpo di Stato del 2014.

INDIA

In uno sciopero parziale, i medici indiani hanno evitato di seguire i casi meno urgenti per chiedere al governo che i neolaureati possano essere affiancati al personale ospedaliero in previsione di una nuova ondata di Covid-19. L’India ha uno dei peggiori rapporti medico-pazienti al mondo.

GIAPPONE

L’azienda farmaceutica americana Merck ha chiesto l’approvazione al governo giapponese per la produzione e la vendita di una pastiglia contro il Covid-19. Se il permesso venisse concesso il Giappone sarebbe il primo Paese a utilizzare la pillola contro il coronavirus.

CINA – COREA DEL SUD

Pechino sostiene la proposta sudcoreana di una dichiarazione di fine formale della guerra di Corea del 1950-53. Lo ha affermato ieri Yang Jiechi, responsabile per gli affari esteri cinese. Il ministero dell’Unificazione di Seoul ha detto che il budget per la cooperazione intercoreana salirà al 2% nel 2022.

00_COP_AsiaToday.png