Kerala, scuola salesiana costruisce una casa per una famiglia povera
di Nirmala Carvalho

Al Don Bosco College di Kannur gli studenti si sono mobilitati per una madre sola con due bambini: in 10 mesi raccolti i fondi e realizzato l'edificio. Il vescovo Alex Vadakumthala: "Sono orgoglioso di questi ragazzi: allargare la mente e il cuore al prossimo è parte del nostro impegno educativo".


Kannur (AsiaNews) – Nel distretto di Kannur, nello Stato indiano del Kerala, gli studenti del Don Bosco Arts and Science College hanno costruito una casa per una mamma povera con due bambini. Si tratta della quarta iniziativa di questo genere realizzata nell’ambito del National Service Scheme, un progetto dei salesiani indiani.

È stata un’insegnante del dipartimento di inglese del college, Lucy Kudakapalliyil, a segnalare la madre e i bambini incontrati su un autobus: il marito aveva lasciato la donna con un ragazzo di 10 anni affetto da problemi psichici e un altro figlio più piccolo di 6 con una malattia ai reni. Non avendo più un posto dove vivere l’insegnante li ha condotti provvisoriamente all’Avila Sadan Retreat Centre. Poi, con l’aiuto di p. Raphson Peter, è stato identificato per loro un terreno donato dalla famiglia Illickal; ma mancavano comunque i soldi per costruire la casa.

A quel punto sono stati gli student a mobilitarsi, raccogliendo la somma di 500mila rupie (quasi 6mila euro) attraverso azioni diverse promosse nelle cittadine di Kannur, Thalassery, Mattannur, Koothuparamba e Iritty. Uno sforzo reso ancora più significativo dalla concomitanza con la difficile situazione economica creata dalla pandemia. In 10 mesi la casa è stata realizzata e le chiavi sono state consegnate alla famiglia con una cerimonia tenuta nell’auditorium del college.

Il vescovo di Kannur Alex Vadakumthala commenta ad AsiaNews. “Sono felice e orgoglioso per quanto fatto dai giovani del Don Bosco College. Nelle nostre scuole insieme alle nozioni abbiamo bisogno di trasmettere dei valori umani, perché alla fine studiare non significa solo conseguire un diploma ma allargare il cuore e la mente al prossimo che soffre. Possa questo spirito continuare in tutti i nostri college”.

DonBoscoCollege.jpg