I passaporti di Giappone e Singapore i più ‘potenti’ al mondo

Lo rivela l’Henley Passport Index, che considera l’accesso senza visto in 227 destinazioni. Classifica dominata da Paesi europei e della “anglosfera”. Male la Cina (64ma), superata da Hong Kong, Taiwan e Macao. Afghanistan in fondo alla graduatoria.


Londra (AsiaNews) – I passaporti di Giappone e Singapore sono i più “potenti” al mondo. Lo rivela l’Henley Passport Index per il primo trimestre dell’anno, pubblicato nei giorni scorsi dalla società britannica di consulenze Henley & Partners.

L’indice è compilato secondo i dati dell’Associazione internazionale del trasporto aereo; mette in fila 199 passaporti in base al loro eventuale accesso senza visto d’ingresso in 227 destinazioni di viaggio. Dai dati risulta che i possessori di un passaporto nipponico o di Singapore possono entrare senza visto in 192 Stati o territori; seguono in classifica Corea del Sud e Germania con 190 mete.

Le prime posizioni sono dominate dai Paesi europei e della “anglosfera”. Tra quelli dell’Asia orientale e del sud-est asiatico, l’indagine mostra che la Malaysia si piazza al 12° posto con 179 destinazioni e il Brunei al 22° (166 mete). La Cina si ferma alla 64ma posizione, con accesso senza visto in 80 località. Meglio di Pechino fanno Hong Kong con 171 destinazioni (18° posto), Taiwan con 145 (32ma in classifica) e Macao con 144 (33° posto).

L'India fa peggio della Cina e si posiziona 84ma in graduatoria. Indietro anche Indonesia, Filippine e Vietnam, rispettivamente in 72ma, 77ma e 89ma posizione. Il ranking è chiuso dall’Afghanistan: solo 26 Paesi offrono viaggi senza visto ai titolari di passaporti afghani.

ASIA_Passp_Index.jpg