Sinjar, circa 700 famiglie in fuga dagli scontri fra esercito e milizie filo-Pkk

Le notizie di oggi: bando ai fertilizzanti e guerra ucraina affossano l’export di tè in Sri Lanka; a Dandong centinaia di lavoratori nord-coreani in Cina sottoposti a test di massa per il Covid-19; Manila, la setta cristiana Iglesia ni Cristo sostiene la candidatura Marcos-Duterte; sui cieli di Mosca in volo “l’aereo di Putin” in vista della parata del 9 maggio; in Kazakhstan una legge sul cyber-bullismo rischia di limitare la libertà di espressione. 


IRAQ
Circa 700 famiglie hanno abbandonato Sinjar, nel nord dell’Iraq, in seguito agli scontri fra esercito iracheno e milizie dell’Unità di resistenza del Sinjar, milizia affiliata al movimento (terrorista secondo Usa e Ankara) curdo Pkk. Nei combattimenti sono morti un militare e decine di miliziani yazidi. Ora la situazione nell’area, dove da mesi covano tensioni, sembra tornata sotto controllo. 

SRI LANKA
Le esportazioni di tè, fra le principali risorse in Sri Lanka, toccano il minimo storico negli ultimi 23 anni. Un crollo legato al bando ai fertilizzanti e alla guerra in Ucraina. In passato il mercato valeva oltre 1,2 miliardi di euro. La produzione è calata del 18% su base annua. Secondo i dati dei dazi doganali si passa da 69,8 milioni di kg fra gennaio e marzo 2021 a 63,7 milioni del 2022. 

CINA - NORD COREA
Circa 800 lavoratori nord-coreani a Dandong, nel nord-est della Cina, in lockdown duro da una settimana, hanno trascorso la festa del primo maggio in fabbrica sottoposti a test per il Covid-19. Nei giorni scorsi una ventina di essi avevano manifestato sintomi. Sono quasi 100mila i migranti provenienti da oltre-confine. Pyongyang ha sempre dichiarato il Paese Covid-free. 

FILIPPINE
La Iglesia ni Cristo, influente setta cristiana attiva da 101 anni e tre milioni di seguaci, sostiene la candidatura del tandem Ferdinand Marcos Jr. e Sara Duterte. Per i suoi vertici la scelta ha “basi bibliche” e va rispettata dai membri. Un gruppo composto da un migliaio fra vescovi e sacerdoti cattolici non indica nomi, ma chiede di votare secondo i principi e per una “scelta morale”

TURCHIA
Il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) e il capo del gigante russo nucleare Rosatom si sono incontrati ieri a Istanbul. Al centro del colloquio la sicurezza degli impianti in Ucraina, in particolare quello di Zaporizhzhia NPP. Rafael Grossi e Alexei Likhachyov stanno verificando le procedure per l’invio di una squadra di esperti dell’agenzia Onu. 

RUSSIA
Sui cieli di Mosca è stato visto volare a bassa quota l’aereo speciale di Vladimir Putin Il-80 (Maxdome). Di costruzione sovietica, conosciuto come l’aereo del “giorno del giudizio” o anche il “Cremlino volante”, al suo interno il presidente può governare il Paese in caso di guerra atomica. Si pensa che verrà utilizzato nella parata del 9 maggio. 

KAZAKHSTAN 
Il presidente del Kazakhstan Qasym-Jomart Toqaev ha firmato la legge per proteggere i minori dal cyber-bullismo. Tuttavia, secondo diversi osservatori essa irrigidirà le limitazioni alla libertà di espressione, bloccando tutti i contenuti dai vari siti e social network ritenuti pericolosi.

Asia_Today_.png