Israele, si dimette deputata araba: governo Bennett in minoranza

Le altre notizie del giorno: il Canada vieta i sistemi cinesi 5G. Rimosso in Indonesia il bando all’export di olio di palma. In India incriminate 30 persone per le proteste ambientaliste del 2018 nel Tamil Nadu. Dafault sul debito per lo Sri Lanka. Calano le esportazioni hi-tech cinesi verso la Russia.


ISRAELE

Va in minoranza la coalizione di governo guidata da Naftali Bennett. Ghaida Rinawie Zoabi, deputata araba del partito di sinistra Meretz, ha presentato le dimissioni per protesta contro il duro trattamento riservato alla sua comunità. Zoabi ha detto di aver preso la decisione dopo la morte della reporter Sherine Abu Aqla durante un’operazione di sicurezza israeliana contro militanti palestinesi.

CANADA-CINA

Ottawa vieterà l’uso dei sistemi tecnologici delle compagnie cinesi Huawei e ZTE, bando già adottato dai suoi alleati del Five Eyes, l'alleanza di intelligence con Usa, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda. Le apparecchiature per l’internet 5G dei due fornitori cinesi devono essere rimosse entro giugno 2014; entro fine 2027 quelle per il 4G.

INDONESIA

Il presidente Widodo revoca il controverso bando all’export dell’olio di palma, che spirerà il 23 maggio. Adottata il 28 aprile, la misura mira ad abbassare il prezzo interno dell’olio da cucina, un alimento base per le famiglie indonesiane.

INDIA

La polizia federale ha incriminato 30 persone per tumulti in relazione alle proteste ambientaliste del 2018 contro Vedanta Ltd, gestore di una miniera di rame nel Tamil Nadu. Durante gli scontri, le Forze dell’ordine avevano ucciso 12 manifestanti, un’azione criticata anche dall’Onu. Nessun poliziotto o esponente di governo è stato mai incriminato per l’accaduto.

SRI LANKA

Per la prima volta nella sua storia, Colombo è andata in default, non pagando un debito estero arrivato ieri in scadenza. La somma non versata è di 78 milioni di dollari. Il Paese vive una grave crisi economica e istituzionale, con larga parte della popolazione che chiede le dimissioni del presidente Gotabaya Rajapaksa.

RUSSIA-CINA

L’esportazione di tecnologia dalla Cina alla Russia si è molto ridotta a marzo, dopo l’applicazione delle sanzioni occidentali: i notebook sono caduti del 40%, gli smartphone di due terzi, le attrezzature per la rete internet del 98%. Pechino sta dimostrando di tenere un atteggiamento di massima prudenza nei confronti del vicino settentrionale.

RUSSIA

Il patriarca Kirill è intervenuto alla X Conferenza parlamentare presso il Consiglio federale di Mosca, il Senato russo, dove tra gli altri era presente anche l’arcivescovo cattolico, mons. Paolo Pezzi, con una lunga relazione sulla rilettura della storia russa. Secondo Kirill, “la divisione dei popoli storici della Rus’, giunta fino al conflitto attuale, è il risultato delle ingerenze delle forze politiche ostili dall’esterno”.

00_COP_AsiaToday.png